iscrizionenewslettergif
Poesie

“Strano vagare nella nebbia” di Hermann Hesse

Di Redazione29 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

È strano vagare nella nebbia!
Solo è ogni cespuglio e pietra,
Nessun albero vede l’altro,
Ognuno è solo.

Pieno di amici era per me il mondo,
Quando la mia vita era ancora luminosa;
Adesso, che la nebbia cala,
Nessuno si vede più.

In verità, nessuno è saggio
Se non conosce il buio,
Che piano ed inesorabilmente
Da tutti lo separa.

Strano, vagare nella nebbia!
Vivere è essere soli.
Nessuno uomo conosce l’altro,
Ognuno è solo.

“Vicolo” di Salvatore Quasimodo

images67Mi chiama talvolta la tua voce e non so che cieli ed acque mi si svegliano dentro: una ...

“Per quanto sta in te” di Costantino Kavafis

images72E se non puoi la vita che desideri cerca almeno questo per quanto sta in te: non ...