iscrizionenewslettergif
Economia

Il Gruppo Ascopiave entra in Unigas e Blue Meta

Di Redazione28 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il florido mercato del gas

Il florido mercato del gas

E’ un mercato davvero florido e in costante mutazione quello delle società legate alla distribuzione e alla vendita di gas. Il consiglio di amministrazione di Unigas Distribuzione (attiva nella distribuzione di gas naturale in 30 Comuni della provincia di Bergamo) ha annunciato oggi l’aggiudicazione da parte di Ascopiave della gara per la selezione del partner industriale avviata nell´ambito di un “progetto di aggregazione e rafforzamento industriale e territoriale”.

L´operazione prevede l’ingresso di Ascopiave in Unigas Distribuzione mediante la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato, e la successiva acquisizione da parte di Ascotrade (controllata da Ascopiave) del 100 per cento della società di vendita di energia elettrica e gas naturale Blue Meta di Treviglio.

Unigas Distribuzione S.r.l., società il cui capitale – tramite della holding Anita S.r.l. – risulta controllato da enti locali territoriali, è attiva nella distribuzione di gas naturale in 30 Comuni della provincia di Bergamo, con oltre 150 milioni di metri cubi di gas distribuiti nel 2009 a circa 83 mila utenti attraverso una rete di oltre 884 km. Nel 2009 la Società ha registrato un fatturato di circa Euro 11,1 milioni, un EBITDA di Euro 3,6 milioni ed un utile netto di Euro 1,3. La posizione finanziaria netta di Unigas Distribuzione al 31 dicembre 2009 risultava pari ad Euro 23,1 milioni.

Blue Meta S.p.A., interamente posseduta da Unigas Distribuzione S.r.l., opera nel campo della vendita di gas naturale (78.555 clienti a fine 2009) ed energia elettrica (oltre 1.300 clienti a fine 2009), oltre a prestare marginalmente il servizio di gestione calore per usi condominiali e industriali nella provincia di Bergamo. Nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2009 la Società ha registrato un fatturato di circa Euro 75,4 milioni, un EBITDA di Euro 2,1 milioni ed un utile netto di Euro 0,5. La posizione finanziaria netta di Blue Meta al 30 giugno 2009 risultava pari ad Euro 2,2 milioni.

A fronte di una valutazione per l’enterprise value delle due società pari a circa Euro 47,8 milioni, Ascopiave otterrà il controllo congiunto di Unigas con un investimento complessivo di circa Euro 20 milioni rappresentato prevalentemente da un aumento di capitale. Le suddette operazioni porteranno Ascopiave a controllare il 48,86% di Unigas Distribuzione. Successivamente all’entrata di Ascopiave nel capitale di Unigas Distribuzione, le azioni di Blue Meta verranno trasferite ad Ascotrade al prezzo di Euro 23,8 milioni. I corrispettivi dell’operazione saranno versati per cassa facendo ricorso ad indebitamento finanziario.

(FAD)

Società miliardarie: a Bergamo solo Italcementi e Dalmine

Tenaris BERGAMO -- La crisi sta pesando anche sulle tasche delle grandi aziende bergamasche, quelle dal ...

Legler: il tribunale decreta il fallimento

Una panoramica della Legler PONTE SAN PIETRO -- Siamo all'epilogo. Dopo due anni di agonia, il tribunale di Bergamo ...