iscrizionenewslettergif
Politica

Giovane Italia (Pdl): la sinistra sottovaluta gli effetti della campagna d’odio

Di Redazione27 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Enzo Lorenzi

Enzo Lorenzi

BERGAMO– “E’ davvero grave e sconcertante il vertiginoso aumento di casi di aggressione in tutto il Paese ai danni di rappresentanti politici del Pdl ma anche di una parte del sindacalismo moderato, ultimo dei quali l’aggressione al portavoce del Pdl Daniele Capezzone”. Lo ha detto il vicecoordinatore provinciale di Giovane Italia Bergamo, Enzo Lorenzi.

Secondo i giovani del Pdl “si è passati dalla criminalizzazione verbale a veri e propri attacchi alle persone che rappresentano idee diverse da quelle degli aggressori. Soprassedendo sul fatto che questa situazione è probabilmente il frutto della campagna di odio che colpisce ormai da anni il partito di governo, e che ha già dato luogo ad attacchi allo stesso capo del governo, Silvio Berlusconi, è il caso che in Italia tutte le forze politiche diano il loro contributo per un generale abbassamento dei toni per riportare la dialettica politica alla civiltà e al confronto delle idee”.

“Una parte dell’opposizione ha deliberamente sottovalutato questo fenomeno e questi casi gravi, ma è il caso che si rendano conto che senza una inversione di rotta esiste il pericolo che prima o poi succeda qualcosa di ancor più grave. Non è certo il caso di gettare altra benzina sul fuoco”, sostiene Lorenzi.

“E a Bergamo siamo addirittura arrivati alle liste di proscrizione, evidentemente i novelli Silla non si rendono conto che combattere l’odio con l’odio non porta nulla di buono. Per quanto deprecabili le idee dei propri avversari politici, le persone devono capire che solo con il rispetto e con il confronto si può arrivare a trovare soluzioni concrete. In conclusione, piena solidarietà a Daniele Capezzone, sperando che casi come questo non si verifichino più. Sarebbe davvero un segno di maturità della nostra democrazia e delle persone chiamate a rappresentarla”.

Pirovano: per la variante di Zogno pronti a sforare patto di stabilità

Ettore Pirovano BERGAMO -- "Per realizzare la variante di Zogno siamo pronti a non rispettare il patto ...

Casini: alleanza con Fini e Rutelli, anche se non sarò leader

Pierferdinando Casini ROMA -- "Se esistesse un disegno politico condiviso, potremmo allearci con Rutelli e anche con ...