iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalanta, altra sconfitta in casa: il Livorno vince 1-0

Di Redazione27 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tabellone di Tim Cup

Il tabellone di Tim Cup

BERGAMO – Vittoria meritata del Livorno a Bergamo nel terzo turno di Tim Cup. I toscani chiudono 1-0 grazie ad un gol di Cellerino nel finale di gara e giudicando a posteriori la formazione assolutamente sperimentale, le zero occasioni zero create dalle parti di Mazzoni i tre legni degli avversari il risultato è sacrosanto.

Atalanta inedita quella messa in campo da Stefano Colantuono, l’infortunio dell’ultim’ora a Manfredini (risentimento a polpaccio) spedisce in campo dal primo minuto Possenti con Peluso al centro.

La prima azione degna di nota è del Livorno, al 7′ Pagano scappa via a Possenti e mette al centro un pallone invitante per Volpe che dai 20 metri conclude di destro non trovando la porta; la risposta nerazzurra è affidata a Pettinari(11′) che arriva in corsa sul cross basso di Ceravolo ma spedisce a lato.

Possenti, esordiente assoluto in gare ufficiali con l’Atalanta, si scrolla di dosso l’emozione con un sinistro dalla distanza al 13′, la verve di Basha e Defendi produce qualche trama interessante e al 19′ il cross basso del folleto di Pognano non trova nessun compagno alla deviazione vincente.

La partita, nella prima mezz’ora, non offre grandi emozioni e sinceramente, vista la caratura delle squadre schierate dai rispettivi allenatori, era difficile aspettarsi di più: il Livorno al 36′ spreca una buona punizione dal limite e sul ribaltamento di fronte è Raimondi a pescare Defendi in area, cross basso e intervento di Mazzoni in tuffo; l’unico atalantino a provarci con buona pericolosità è Bonaventura, schierato nella posizione di Doni il giovane marchigiano cerca il jolly da fuori al 38′ ma la mira è troppo alta.

Un errore di Basha in disimpegno al 39′ libera Danilevicius al tiro, destro violento e traversa piena a salvare Frezzolini che pareva battuto: i due minuti di recupero assegnati da De Marco prolungano inutilmente un primo tempo soporifero che ha come emblema il sinistro fiacco di Pettinari(45′) che non è nulla più di un appoggio al portiere.

La prima occasione della ripresa capita a Peluso, la sua incornata su angolo di Bonaventura al 53′ finisce sul fondo di poco e la sensazione è che basti un episodio per sbloccare lo 0-0: Pettinari (54′) prova a pescarlo da fuori ma la conclusione finisce in curva Pisani.

Il Livorno al 56′ colpisce il palo con Barusso (punizione violenta deviata in tuffo da Frezzolini), lo stesso mastino ghanese al 57′ cerca un destro da fuori ma la mira è pessima: Knezevic(59′) centra ancora una volta la traversa e a questo punto lo 0-0 sta davvero stretto al Livorno.

La gara di Defendi finisce dopo un’ora, al suo posto entra Ruopolo e l’Atalanta finalmente gioca con un centravanti di ruolo; Pettinari al 65′ costringe Volpe al salvataggio sulla linea con un velenoso sinistro a pelo d’erba.

E’ ancora Barusso l’uomo più pericoloso dei labronici, la sua punizione al 85′ viene messa in calcio d’angolo da Frezzolini con una splendida parata in tuffo ma sugli sviluppi del corner il Livorno passa meritatamente in vantaggio con una deviazione ravvicinata di Cellerino (87′) che beffa Frezzolini.

La reazione dei nerazzurri è sterile, Ruopolo a potim chi secondi dal 90′ gira di testa sul fondo un cross di Pettinari e dopo quattro minuti di recupero la Tim Cup è ufficialmente passata agli archivi.

ATALANTA – LIVORNO 0-1

Reti: 87′ Cellerino(L)

ATALANTA: Frezzolini, Raimondi (66′ Gentili), Peluso, Capelli, Possenti, Defendi (60′ Ruopolo), Dalla Bona, Basha, Pettinari, Bonaventura, Ceravolo. All: Colantuono

LIVORNO: Mazzoni, Salviato, Knezevic, Di Bella, Schiattarella, Pagano, Prutsch, Barusso, Volpe (89′ Moscati), Danilevicius, Cellerino. All.: Pillon

Ammoniti: Peluso(A), Prutsch(L), Raimondi(A), Dalla Bona(A), Basha(A)

Fabio Gennari

Dalle riserve, poche risposte: si salva solo Frezzolini

Giorgio Frezzolini BERGAMO – Si aspettavano risposte? Si cercavano spunti che potessero mettere in difficoltà Colantuono? Poca roba, ...

Colantuono: abbiamo perso per un episodio (video)

Stefano Colantuono BERGAMO -- E' arrivato per ultimo, di corsa e con pochissima voglia di parlare. Se ...