iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Post-partum: gli integratori non prevengono la depressione

Di Redazione25 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Depressione post-partum

Depressione post-partum

Il rischio di depressione post-partum purtroppo non si combatte con l’assunzione di integratori a base di ω-3 durante la gravidanza. A smentire quanto si credeva fino ad oggi, uno studio condotto presso il Women’s and children’s Hospital in Australia e pubblicato sulla rivista “JAMA”.

Le più moderne linee guida sull’alimentazione in gravidanza raccomandano un’assunzione quotidiana di 200 mg di DHA. ovvero acido docosaesaenoico, perché livelli ottimali di ω-3 in gravidanza consentono uno sviluppo cerebrale ottimale del feto. Ebbene, gli studiosi hanno somministrato supplementi a base di DHA a 2000 donne, ma a fine studio il 10 per cento del campione iniziale ha evidenziato i sintomi della depressione post parto.

Livelli ottimali di DHA si dovrebbero mantenere grazie ad una dieta ricca di trote e salmone durante la gravidanza, ma l’assunzione di integratori a base di DHA scongiura il rischio di intossicazione da mercurio perché, purtroppo, spesso il pesce è inquinato da questo metallo. Al contrario, l’assunzione di integratori a base di DHA è del tutto sicuro per la salute delle neo mamme e abbassa il rischio di parto prematuro.

Terapia del dolore solo per 3 bimbi su 10

Bimba in ospedale Sempre più attenzione nei confronti del dolore nei bambini, un problema per anni misconosciuto e ...

L’80 per cento dei bimbi gioca in casa

Gioco in casa L'80 per cento dei bambini italiani gioca in casa. Niente parchi, scivoli, altalene o corse ...