iscrizionenewslettergif
Economia

Aumento delle tariffe per i pendolari: Milano dice no

Di Redazione20 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il sindaco di Milano Letizia Moratti con Umberto Bossi

Il sindaco di Milano Letizia Moratti con Umberto Bossi

BERGAMO — ll sindaco di Milano, Letizia Moratti, smentisce possibili aumenti di tariffe del trasporto pubblico locale della città. Rispondendo ad una domanda dei giornalisti, a margine del mobility tech, il sindaco ha spiegato: “No, per quanto riguarda le tariffe milanesi abbiamo deciso di assorbire il costo che è notevole, pari a 20 milioni di euro, e non ci saranno aumenti delle tariffe urbane”.

Moratti ha quindi concluso: “ringraziamo anche la regione per lo sforzo che sta facendo col governo per recuperare per quello che riguarda le tariffe extra-urbane, perchè il tema dei pendolari riguarda anche Milano”.

Era stato proprio Formigoni a paventare un aumento delle tariffe del trasporto pubblico in Lombardia e dei pedaggi stradali. “Stiamo lavorando con il governo per recuperare quante più risorse possibili – aveva detto poche ore prima il governatore – ma certo qualche razionalizzazione delle tariffe a livello regionale dovremo farla. Ci riserviamo di salvaguardare i pendolari mentre è possibile un aumento per i singoli percorsi”.

“Stiamo ragionando per limitare al massimo questo rischio – ha assicurato Formigoni – tutto nasce dal taglio dei fondi deciso nella Finanziaria di luglio che ha penalizzato pesantemente le Regioni e anche la Lombardia. Anche la Regione più virtuosa è stata penalizzata”.

Bollette illeggibili: multa da 2 milioni per le società dell’energia

Bollette poco leggibili Multa di 1,8 milioni di euro a Edison Energia, Enel Energia, Eni, Sorgenia ed Hera ...

Privatizzazioni: l’affare acqua a Bergamo

La Provincia di Bergamo BERGAMO -- La data pare lontana.  Ma visti i tempi della burocrazia italiana, quel 31 ...