iscrizionenewslettergif
Salute

Vaccinazioni: troppa burocrazia, medici contro la Regione

Di Redazione18 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Troppa burocrazia, i medici protestano

Troppa burocrazia, i medici protestano

BERGAMO — Eccessiva burocrazia. E’ quanto denuncia l’Unione dei medici italiani (Umi) in riferimento alla nuova circolare emanata dalla Regione Lombardia sulle vaccinazioni dei pazienti.

“In Regione Lombardia si parla bene, ma si razzola male – attacca il presidente dell’Umi Francesco Falsetti – In altri termini sono tutti pronti a promettere di attuare semplificazioni e riduzioni della burocrazia per il lavoro del medico di Medicina Generale e poi, in pratica fanno esattamente il contrario. Mi riferisco alle recenti indicazione regionali (vedi circolare H1201033277) per la rendicontazione informatica delle vaccinazioni dei medici di famiglia. Come da un copione, ormai penosamente ripetitivo da anni, all’atto medico per il singolo assistito della pratica vaccinale si aggiunge l’incombenza assolutamente burocratico/amministrativa di fornire, da parte del medico, una serie di dati, di nessuna utilità clinica e professionale neppure per l’assistito, da inviare per via informatica alle Aziende Sanitarie e alla Regione”.

“Questo è il famoso ‘metodo Lombardia’ che si vorrebbe imporre a tutta l’Italia: si ricordi che più burocrazia significa sempre tempo perso per l’ assistenza dei malati”, continua Falsetti.

“Queste iniziative dell’assessorato sono una vergogna. Perpetuano e peggiorano la politica regionale di inutile sfruttamento del lavoro medico e di mortificazione dell’attività professionale per incombenze assolutamente non appropriate. I conti della Regione saranno in pari, ma la soddisfazione dei medici per il proprio lavoro è in picchiata e l’assistenza non migliora”.

“Per questo – conclude il presidente dell’Unione medici italiani – chiedo che tale procedura, non prevista in convenzione e tanto meno di competenza regionale sia subito sospesa e sia lasciata autonomia decisionale alle ASL in accordo con i sindacati dei medici di medicina generale senza imposizioni regionali”.

Tumore seno: la prevenzione è sul web

Lotta contro il tumore al seno su Facebook Nasce un pò come un gioco, su iniziativa volontaria delle donne italiane che supportano la ...

Botulino contro il mal di testa

Mal di testa Una nuova cura contro i mal di testa cronici. Via libera negli Stati Uniti all'utilizzo ...