iscrizionenewslettergif
Bergamo

Tassa rifiuti: il Comune concede altri 15 giorni ai “ritardatari”

Di Redazione14 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ancora qualche giorno per regolarizzare il pagamento della Tia

Ancora qualche giorno per regolarizzare il pagamento della Tia

BERGAMO — Le nuove modalità di pagamento della Tariffa urbana sui rifiuti (la cosiddetta Tia) introdotte da quest’anno hanno creato qualche difficoltà ai cittadini, disorientando alcuni e aumentando le probabilità di errori o dimenticanze in occasione della scadenza della prima rata.

In ragione di ciò il Comune di Bergamo non applicherà alcuna sanzione nei riguardi di coloro che alla data del 30 settembre non hanno versato la Tia purché provvedano entro il 30 ottobre prossimo utilizzando i bollettini postali spediti a domicilio nei giorni scorsi.

La sanzione del 30 per cento prevista dal regolamento comunale verrà invece applicata nei confronti di chi non rispetterà il nuovo termine del 31 ottobre oppure le tre rate successive fissate al 30 novembre 2010, 31 gennaio 2011, 31 marzo 2011.

L’eventuale sanzione sarà contenuta in un accertamento indirizzato personalmente al soggetto inadempiente. I cittadini potranno proporre ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Bergamo nel termine di 60 giorni dalla notifica.

Soltanto in caso di mancato pagamento degli importi indicati nell’accertamento avrà luogo la riscossione coattiva mediante ruolo o ingiunzione; questo sempre che lo stesso provvedimento non sia stato nel frattempo impugnato.

Il contribuente può avvalersi del “ravvedimento operoso”, beneficando della sanzione ridotta al 2,5 per cento in caso di spontaneo versamento entro i trenta successivi alla scadenza; la stessa sanzione viene invece ridotta al 3 per cento se la regolarizzazione avviene, sempre spontaneamente, a distanza di un anno dall’originario termine di pagamento.

Per rendere più chiaro il calcolo della Tia, il Comune precisa i criteri di reddito e anzianità sulla base dei quali vengono concessi abbattimenti e contributi economici per il 2010:

1) riduzione del 30 per cento sia sulla parte fissa che sulla parte variabile della tariffa per i nuclei familiari composti da un unico soggetto di età uguale o maggiore a sessanta anni;

2) contributo economico concesso sulla base di parametri ISEE indipendentemente dall’anzianità del destinatario:

a) 100% della quota variabile per soggetti con parametro ISEE fino a € 5.000,00
b) 50% della quota variabile per soggetti con parametro ISEE da € 5.000,01 a € 7.500,00

3) contributo economico concesso per nuclei familiari al cui interno tutti i componenti abbiano età uguale o superiore a 65 anni

c) 100% della quota fissa e variabile per soggetti con parametro ISEE fino a € 5.000,00
d) 50% della quota fissa e variabile per soggetti con parametro ISEE da € 5.000,01 a € 7.500,00

In ultimo e sempre per dirimere qualsiasi incertezza dei contribuenti, si ricorda che il pagamento mediante RID bancario sarà operativo dal 2011 e che anche in tal caso l’addebito degli importi avverrà in quattro rate così come per i versamenti effettuati tramite bollettini di c/c postale.

Nel 2011 la Divisione Tributi comunicherà a coloro che hanno optato per tale modalità di pagamento gli importi e le date dell’addebito bancario; in tal modo non solo sarà reso più semplice l’adempimento ma si consentirà anche di conoscere con anticipo quanto si deve versare per la TIA dell’intero anno.

I capolavori della Carrara al Chiostro del Bramante di Roma

Il Chiostro del Bramante ROMA -- Presentazione e Prevernissage ieri a Roma per la Mostra “La pittura veneta ...

L’omicida ammette: mi umiliava, per questo ho ucciso mio moglie

Il tribunale di Bergamo updated BERGAMO -- Una seduta drammatica alla fine della quale ha ammesso: in preda a ...