iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Ryanair: eliminare il diritto di sciopero ai controllori di volo

Di Redazione12 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Controllori di volo

Controllori di volo

BERGAMO — Eliminare il diritto di sciopero ai controllori di volo. Oppure sostituirli con addetti militari, se fosse il caso. E’ la battaglia di Ryanair che si è appellata all’Ue affinché revochi il “diritto di sciopero” per i servizi essenziali come i servizi Atc (Air Traffic Control) e riformi la normativa Eu261 relativa ai diritti dei passeggeri “che non si è rivelata idonea – spiega la compagnia – dopo essere stata costretta a cancellare altri 250 voli a causa dei nuovi scioperi dei controllori di volo francesi che il 12 ottobre chiuderanno lo spazio aereo”.

Nel 2010 – comunica la compagnia irlandese – Ryanair è stata costretta a cancellare 1.650 voli e ritardare più 12.000 altri voli, sconvolgendo così i piani di viaggio di oltre 2,5 milioni di passeggeri, come diretta conseguenza degli scioperi dei controllori di volo belgi, francesi e spagnoli. Per la normativa Eu261 le compagnie aeree devono affrontare i costi di tali interruzioni senza poter presentare alcun ricorso contro questi sindacati che indicono gli scioperi o contro i governi europei che controllano gli ATC e che consentono che lo spazio aereo europeo venga chiuso continuamente.

Per questo i vertici chiedono di: “eliminare il diritto di sciopero” per i servizi di trasporto essenziali; “licenziare i controllori di volo” che partecipano a questi “scioperi illegali”; “deregolamentare i servizi nazionali Atc d’Europa” per consentire ai controllori di volo non aderenti agli scioperi di mantenere aperti i cieli in Belgio, Francia e Spagna; “riformare la normativa europea per i diritti dei passeggeri, in modo da esonerare le compagnie aeree dagli obblighi del ‘diritto all’assistenza’ nei casi di forza maggiore, che sono chiaramente al di fuori del controllo delle compagnie aeree

Frattini: lavoratori in presidio da un anno

I lavoratori della Frattini SERIATE -- Una mobilitazione ininterrotta che dura ormai da un anno. Sono 12 mesi esatti ...

Mercedes finisce fuori strada sulla Briantea

La Mercedes incidentata CURNO -- E' una delle zone più trafficate della Bergamasca. E, nonostante la presenza di ...