iscrizionenewslettergif
Bergamo

Sottopasso Nuovo Ospedale, il Comune conferma: si farà

Di Redazione11 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo

Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo

BERGAMO — Il sottopasso fra via Carducci e il Nuovo Ospedale si farà. E quanto raccontato dal centrosinistra è una pura invenzione. Sono questi, in sintesi, i punti che l’amministrazione comunale di Bergamo tiene a sottolineare dopo l’interpellanza presentata dalle opposizioni in consiglio comunale che paventava uno stop all’opera pubblica.

“ll consigliere comunale PD Sergio Gandi ritorna con un’interpellanza sul tema del sottopasso dell’Ospedale Nuovo con un’affermazione priva di qualsiasi fondamento e cioè che l’Amministrazione comunale avrebbe rinunciato a realizzare l’opera. Prima di tutto sottolineiamo alcune certezze. Il programma triennale delle Opere Pubbliche 2010-2012 prevede espressamente la realizzazione del sottopasso, volto a collegare al di sotto della ferrovia il Nuovo Ospedale a via Carducci. La voce è chiaramente indicata nel POP 2010 per l’importo di €5.000.000 da finanziarsi come standard qualitativo. Questo è il programma e tale rimane” sottolinea il Comune in un comunicato stampa.

“Ora – prosegue il documento- si tratta di individuare delle imprese private che, in cambio alla realizzazione di iniziative immobiliari, si accollino l’opera appunto come standard qualitativo. Serie trattative sono in corso e proseguiranno nei tempi tecnici dovuti, con l’auspicio che abbiano esito positivo. L’opera è dunque da fare, anche se la sua urgenza non è bruciante. Infatti il sottopasso non interessa assolutamente il trafficoi delle autolettighe e dei pazienti urgenti (che hanno un’entrata in tutt’altro lato dell’ospedale), ma solo il traffico normale, peraltro poco disturbato da un passaggio a livello estremamente rapido nelle aperture e nelle chiusure”.

“Ribadiamo infine la precisa volontà politica espressa in sede del PGT di non consentire il rilevante aumento delle dimensioni del supermercato Auchan, per ottenere in cambio parte dei soldi necessari per la realizzazione del sottopasso: non si tratta infatti solo di volumetrie, ma anche e soprattutto della difesa di un giusto equilibrio fra negozi di vicinato e i supermercati che, a Bergamo e soprattutto nell’hinterland, appare già sbilanciato a favore di questi ultimi. Sorprende non poco che il consigliere del PD – ma anche il consigliere dei Verdi Pietro Vertova – si battano a favore dei supermercati” chiosa l’amministrazione comunale.

Sanna (Scm): investitori, ecco come guadagnare in tempi di crisi

L'ad di SCM, Antonello Sanna BERGAMO -- Una nuova società di intermediazione mobiliare. Sullo stile di quelle presenti nella finanza ...

All’Orto botanico corso per la coltivazione di piante grasse

Splendidi cactus CITTA' ALTA -- L’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota” in collaborazione con l’Associazione Amici del ...