iscrizionenewslettergif
Università

Il premio Nobel Chalfie: siate ossessionati dalla conoscenza

Di Redazione11 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Martin Chalfie

Martin Chalfie

E’ salito sul palco con la sua aria un po’ casual, lontana anni luce dallo stereotipo del rigido accademico e più vicina a quella dei cervelloni made un Usa. E il suo discorso ha fatto subito breccia. Martin Chalfie, premio nobel per la Chimica 2008, ha consegnato ai ragazzi bergamaschi il loro Phd, aprendo loro ufficialmente le porte alla ricerca internazionale.

“Oggi – ha esordito Chalfie – ricevete la licenza che vi consente di essere ossessionati dal vostro lavoro di ricerca per tutta la vita. Sarà questa ossessione a spingervi oltre, a ricerca soluzioni nuove. E magari troverete qualcuno anche disposto a pagarvi per questo come è successo a me”.

Un momento solenne in cui hanno trovato spazio anche gli aneddoti personali: “E’ stata la mia figlia Sarah, a 12 anni, a farmi capire il senso del mio lavoro di ricerca – ha raccontato Chalfie -. Aveva assistito al mio ingresso nell’Accademia nazionale delle scienze. Con me altri scienziati che presentavano i loro studi, dal buco nero nella via Lattea e alle spiegazioni sull’Universo. Mentre i miei colleghi parlavano pensavo a che noia dovesse provare mia figlia. E invece alla fine mi disse che quelle persone le piacevano perché ognuna aveva scoperto qualcosa che nessuno sapeva prima. Ecco: questa sarà la ricompensa della vostra ossessione”.

Il prorettore Cossali: dottorandi decuplicati in otto anni

Il prorettore Cossali durante il suo discorso "In otto anni, dal 2002 in poi, abbiamo decuplicato il numero dei dottorandi arrivando a ...

Il rettore Paleari: stiamo creando gli scienziati di domani

Il Rettore Stefano Paleari durante il suo discorso "Oggi è una giornata importante. Perchè con noi, a celebrare questo nostro importante risultato una ...