iscrizionenewslettergif
Politica

Basta con le offese di Brunetta: i medici scrivono a Berlusconi

Di Redazione11 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il ministro Renato Brunetta

Il ministro Renato Brunetta

BERGAMO — Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta che l’Umi, l’Unione medici italiani ha inviato questa mattina al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

“Egregio presidente,
sempre più frequentemente alcuni Ministri del Suo Governo intervengono pesantemente contro chi lavora. Nel caso specifico mi riferisco alla recente questione dei certificati di malattia da inviare ai datori di lavoro per via informatica da parte dei medici del S.S.N. – Servizio Sanitario Nazionale- per obbligo di legge, ma senza che il sistema predisposto possa consentire tale trasmissione.

Non voglio entrare nel merito della questione, ma vorrei chiedere un Suo intervento verso il Ministro Brunetta che ora, come già in passato, si è rivolto a tutti i medici in maniera considerata unanimemente dagli stessi offensiva senza che sia stata ritenuta valida alcuna giustificazione.

Prendo atto che in politica è ormai una normalità ricorrere agli insulti e alle denigrazioni, ma questi metodi non possono e non devono essere estesi ai cittadini ed in particolare a chi lavora, i medici in questo caso, che nella stragrande maggioranza operano con grande professionalità e collaborazione verso le istituzioni pubbliche anche se costretti ad operare in condizioni organizzative spesso molto precarie e difficili (senza considerare le retribuzioni obiettivamente sempre meno remunerative anche per effetto delle recenti misure finanziarie approvate dal Parlamento su proposta del Governo).

Lasciamo ai soliti noti della politica italiana questi comportamenti inaccettabili e recuperiamo i metodi della “buona educazione” e del rispetto degli altri, specie se lavoratori, senza che ciò debba impedire al Ministro di esprime le proprie idee anche in forte contrasto con la categoria.

So che nella sua personale esperienza imprenditoriale Lei ha sempre avuto grande attenzione ai rapporti con i lavoratori impegnati nelle sue imprese ed ha sempre utilizzato, nei rapporti sindacali, comportamenti civili e corretti che onorano il titolo di Cavaliere del Lavoro che le è stato assegnato con pieno merito.

La ringrazio per il Suo interessamento, Le porgo distinti saluti e le auguro buon lavoro”.

Francesco Falsetti
presidente Unione Medici Italiani

Simbolo Br a Orio, Oriani (Pdl): atto gravissimo

Il simbolo della Br BERGAMO -- Reazione ferma e decisa da parte del Pdl dopo la comparsa del simbolo ...

Italia dei Valori: Piffari rieletto segretario regionale

Sergio Piffari BERGAMO -- Era dato come grande favorito. E i risultati lo hanno confermato. Com il ...