iscrizionenewslettergif
Bergamo

Nuovo direttore de L’Eco: spunta il nome di Dino Boffo

Di Redazione6 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Dino Boffo

Dino Boffo

BERGAMO — La notizia, qualora fosse confermata, sarebbe clamorosa. Secondo indiscrezioni raccolte da Bergamosera in ambienti di alto livello che vogliono mantenere l’anonimato, il nuovo direttore de L’Eco di Bergamo potrebbe essere Dino Boffo.

L’ex direttore dell’Avvenire andrebbe a sostituire Ettore Ongis, in scadenza di mandato nei prossimi mesi. Uomo del Cardinal Ruini e dell’Azione Cattolica, Boffo è stato per anni alla guida di uno dei maggiori quotidiani d’Italia. Poi la controversa vicenda delle accuse di molestie omosessuali pubblicate dal Giornale di Vittorio Feltri gli ha stroncato la carriera.

Nei mesi scorsi erano circolate diverse indiscrezioni sul possibile successore di Ongis. E dire che all’attuale direttore si deve la formula vincente di questi anni: il giornale glocal, un po’ globale e un po’ locale, capace di accontentare un vasto pubblico di utenti e dar respiro all’economia e all’imprenditoria locale. E dire che Ettore Ongis è riuscito a traghettare il quotidiano attraverso una delle peggiori crisi dell’editoria di tutti i tempi. L’Eco di Bergamo resta di gran lunga il primo quotidiano locale nella classifica dei quotidiani nazionali. In un periodo a dir poco nero per la carta stampata.

Ora, in molti nelle alte sfere si starebbero interrogando sulla reale portata di un’eventuale direzione Boffo. Dubbi non certo professionali, per carità. Ma provocati, gioco forza, da un contatto limitato con la realtà locale, in una città davvero peculiare come Bergamo. L’ex direttore di Avvenire è abituato a tematiche di grande respiro. Il confronto giornaliero con i fatti locali, pieni di sfumature e sfaccettature, non sarà facile. Boffo sarà chiamato a sfatare l’antico assioma che dice: quotidiano locale, direttore locale. Sempre che i bergamaschi, tanto affezionati ai temi della loro terra, siano disponibili a farsi “sdoganare” per assomigliare un po’ più a Milano.

Ironia della sorte, neanche tanto casuale a dire il vero, Boffo si troverebbe a lavorare nel principale quotidiano della città di Vittorio Feltri…

Nel weekend, sapori d’Europa in mostra sul Sentierone

Le bancarelle dei mercatanti CENTRO CITTA' -- I prodotti e i sapori dell’Europa saranno in mostra sul Sentierone dall’8 ...

Zona Ospedale: il Comitato S.Lucia denuncia il silenzio del Comune

La zona del vecchio ospedale SANTA LUCIA -- Riceviamo e pubblichiamo questa lettera del Comitato Santa Lucia che esprime profonda ...