iscrizionenewslettergif
Bergamo

Non c’è più limite: trentenne incinta spaccia eroina

Di Redazione6 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I carabinieri in azione

I carabinieri in azione

BERGAMO — Nonostante portasse un bimbo in grembo spacciava eroina insieme al compagno. Protagonista della brutta vicenda una coppia: lei 30 anni di Torre Annunziata, lui tunisino di 24 anni. I due sono stati sorpresi dai carabinieri mentre stavano spacciando droga in via Lunga, nella serata di martedì.

L’avanzato stato di gravidanza le ha consentito di non incorrere nell’arresto. La donna è stata solo denunciata a piede libero. Il compagno alla vista dei carabinieri non ha esitato a ingoiare le dosi di eroina. L’uomo, un energumeno alto due metri, ha provato a resistere ai militari, e per non farsi ammanettare ha lussato il polso a un carabiniere. Tuttavia alla fine è stato bloccato e portato nel carcere di via Gleno.

Sequestrati anche una stecca di hashish e 350 euro in contanti, proventi dello spaccio.

Zona Ospedale: il Comitato S.Lucia denuncia il silenzio del Comune

La zona del vecchio ospedale SANTA LUCIA -- Riceviamo e pubblichiamo questa lettera del Comitato Santa Lucia che esprime profonda ...

Ricotta acquistata al supermarket diventa blu: l’Asl indaga

La ricotta diventata blu BERGAMO -- Ha acquistato della ricotta in un supermercato di Bergamo e due giorni dopo ...