iscrizionenewslettergif
Bergamo

Neonata invalida dopo il cesareo: il magistrato sente i medici

Di Redazione5 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — Alcuni medici degli Ospedali Riuniti di Bergamo sono stati ascoltati dal pubblico ministero Giancarlo Mancusi, sulla vicenda di Samanta Zekaj, la bimba nata invalida il 30 gennaio scorso in seguito a un parto cesareo avvenuto nell’ospedale bergamasco.

Il magistrato ha convocato i medici del reparto di Patologia neonatale, dopo la denuncia dei genitori della piccola, secondo i quali sarebbero stati commessi degli errori prima e durante il parto. Nei prossimi giorni, altri medici potrebbero comparire davanti al magistrato.

Sentito anche l’avvocato Roberto Trussardi, legale della famiglia, che ha presentato una memoria integrativa alla sua querela. Inoltre il magistrato affiderà ad un esperto l’incarico di effettuare una perizia sul corpo della bambina.

Nel frattempo i vertici dell’azienda ospedaliera hanno negato con fermezza l’ipotesi che a causare la tragedia sia stato un litigio in sala parto. Anzi, attribuiscono la responsabilità dei ritardi nel taglio cesareo alla mancanza di una tempestiva autorizzazione da parte della famiglia.

La bambina è nata asfittica, senza alcun parametro vitale attivo. Solo un lungo lavoro dei medici della Patologia Neonatale le ha consentito di vivere. Ma i danni, ormai, erano irreversibili.

Sorpreso con mezza tonnellata di droga: “Ma è per uso personale”

La gazzella dei Carabinieri BERGAMO -- Aveva in casa oltre mezza tonnellata di hashish. Ma ai carabinieri ha detto ...

Nel weekend, sapori d’Europa in mostra sul Sentierone

Le bancarelle dei mercatanti CENTRO CITTA' -- I prodotti e i sapori dell’Europa saranno in mostra sul Sentierone dall’8 ...