iscrizionenewslettergif
Sport

Porta chiusa allo stadio: polemica rovente tra Atalanta e Albinoleffe

Di Redazione2 ottobre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Seggiolini nerazzurri al Comunale

Seggiolini nerazzurri al Comunale

BERGAMO – Nervi tesissimi tra Atalanta e Albinoleffe. Durante la presentazione della nuova iniziativa “Terzo Tempo”, i dirigenti seriani si erano lamentati pesantemente con i colleghi nerazzurri per la nuova serratura di una sala Vip allo stadio Comunale di Bergamo.

Le parole del presidente Andreoletti, in questo senso, erano state molto dure: “Ormai a Bergamo, nel calcio, noi non contiamo più nulla e nulla conta anche il Comune: c’è chi si crede il padrone del vapore e fa quello che vuole”.

Pare che ai dirigenti seriani sia risultato impossibile accedere ad un’area posta al pian terreno del Comunale, la chiave dei nuovi ambienti ristrutturati dalla Dea infatti sarebbero nelle mani solo dei dirigenti nerazzurri.

Il giorno dopo, la società atalantina ha replicato con un comunicato pesante ma estremamente chiaro. “E’ curioso che il presidente dell’AlbinoLeffe si ricordi dello stadio (di proprietà del Comune) solo quando si tratta di dover entrare in polemica con l’Atalanta, ma se ne dimentichi in tutti gli altri casi. Lo dimostra il fatto che la scorsa estate nessuno della società biancazzurra si sia mosso nel momento in cui l’Atalanta, in tempi strettissimi, si è attivata per apportare al Comunale tutte quelle minime migliorie necessarie, e alcune obbligatorie, per rendere più accogliente una struttura che nell’opinione di tutti è vecchia e superata. A tutt’oggi non ci risulta che l’AlbinoLeffe abbia chiesto di compartecipare alle spese sostenute per i lavori e riteniamo quantomeno strano che una società che milita nella nostra stessa categoria usufruisca dal Comune di un trattamento sensibilmente più vantaggioso rispetto a quello applicato all’Atalanta. Visto che è l’Atalanta a pagare, mentre anche altri ne beneficiano, evidentemente i padroni dello stadio non siamo noi”.

Non è la prima volta che sulla questione stadio le due società si trovano contrapposte. Il presidente nerazzurro Percassi, in tempi non sospetti, aveva parlato del nuovo impianto che ha in mente lasciando pochi spazi all’ospitalità verso i seriani. “Voi, a casa vostra e nel vostro letto, fareste entrare degli ospiti?”. Con queste parole, la querelle mai sopita fu rispolverata e il botta e risposta degli ultimi due giorni conferma come i rapporti non siano proprio idilliaci.

 Fabio Gennari

Tessera del tifoso: Dea Card in distribuzione dal 5 ottobre

La DEA CARD BERGAMO -- E' arrivato il corriere. I 16195 abbonati allo stadio, oltre a quelli che ...

Atalanta straripante col Sassuolo: 2-0 firmato Ardemagni-Ruopolo

Esultanza nerazzurra MODENA -- Seconda vittoria esterna per l'Atalanta nel campionato 2010-2011. I ragazzi di Colantuono superano con ...