iscrizionenewslettergif
Politica

Sicurezza aeroporto: la Provincia vuole vederci chiaro

Di Redazione29 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'aeroporto di Orio

L'aeroporto di Orio

BERGAMO — Il gruppo consiliare del Popolo della Libertà in Provincia ha richiesto alla prima Commissione un incontro urgente con i vertici della Sacbo per l’ormai nota vicenda delle falle alla sicurezza dell’aeroporto bergamasco mostrate dal video di Striscia la notizia.

“Dalle immagini girate a Orio al Serio appaiono diverse gravi mancanze nel sistema di sicurezza – ha detto il vicepresidente della Commissione Alessandro Sorte – Il nostro aeroporto è il quarto per importanza in Italia e riteniamo debba avere strutture e servizi adeguati agli otto milioni di passeggeri annui che vi transitano”.

Nessun dubbio, tuttavia, sulla serietà della società di gestione dell’aeroporto: “Auspichiamo un chiarimento al più presto, certi che i vertici di Sacbo si saranno già attivati per comprendere i motivi di queste lacune, che rischiano di compromettere la credibilità della struttura. I bergamaschi meritano un aeroporto sicuro”, conclude Sorte.

“I bergamaschi meritano un aeroporto sicuro – è stato il commento del segretario nazionale del sindacato di polizia Coisp Rocco Di Sogra, sulla vicenda. “La società di gestione dello scalo orobica in evidente difficoltà per il tapiro, non ha saputo dare risposte adeguate e ha pensato bene di scaricare la responsabilità sulla polizia di Stato. Il Coisp, ovviamente, non non ci sta!”.

Sacbo, dal canto suo precisa “di aver adottato tutti i dispositivi previsti dalle normative nazionali e locali per assicurare lo svolgimento in sicurezza delle operazioni aeroportuali per passeggeri e bagagli in partenza, nonché per il personale aeroportuale. Con riferimento alle responsabilità addebitate al gestore aeroportuale, Sacbo precisa, inoltre, che l’area arrivi non è interessata a misure di controllo rientranti nelle proprie competenze. Per quanto concerne l’adeguamento delle infrastrutture aeroportuali, Sacbo ha sempre ottemperato alle disposizioni di Enac dal momento in cui esse venivano formalizzate. Per ogni modifica procedurale e/o infrastrutturale, il gestore si è sempre attenuto alle disposizioni decise e condivise in sede di Comitato Sicurezza Aeroportuale, di cui Enac ha il coordinamento”.

Intanto, da ieri il varco degli arrivi (quello violato per primo da Striscia) è presidiato da guardie giurate, come avviene al controllo bagagli delle partenze.

LEGGI ANCHE
Falle alla sicurezza: tapiro d’oro all’aeroporto

Ex Enel, Di Gregorio (Pdl): sinistra pentita della sciagurata decisione

Il consiglio comunale, al centro il consigliere Di Gregorio BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questa dichiarazione sulla questione dell'ex Enel, diffusa alla stampa dal ...

Vertova (Verdi): i vigili tornino a fare i vigili

Pietro Vertova BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del consigliere comunale Pietro Vertova sulla gestione della ...