iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Falle alla sicurezza: Staffelli consegna il tapiro all’aeroporto

Di Redazione28 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'aeroporto di Orio al Serio

L'aeroporto di Orio al Serio

ORIO AL SERIO — Delle falle alla sicurezza dell’aeroporto. Striscia la Notizia, celebre trasmissione televisiva, ha mostrato ieri sera un filmato riguardante lo scalo bergamasco di Orio al Serio. Nel video, l’autrice penetra dal varco arrivi nazionali e passeggia indisturbata nella sala del ritiro bagagli. Poi raggiunge senza colpo ferire il duty free e la zona imbarchi. Infine, esce a prendere una boccata d’aria sulla pista dell’aeroporto.

Il filmato choc è stato mandato in onda ieri sera. Striscia ha visitato alcuni aeroporti del nord Italia, per testarne la sicurezza: Malpensa, Linate, Torino-Caselle, Verona-Villafranca e Bergamo-Orio al Serio.

Ieri mattina ad Orio è arrivato anche Valerio Staffelli: l’inviato di Striscia doveva consegnare il “tapiro d’oro” a chi gestisce l’aeroporto di Orio. L’Ente nazionale aviazione civile ha rifiutato il tapiro scaricando ogni responsabilità sulla Sacbo, appunto l’ente di gestione dello scalo. “Già dal mese di agosto – si legge in un comunicato – ha attivato azioni correttive nei confronti del gestore aeroportuale, che deve garantire l’effettuazione dei controlli di sicurezza su passeggeri, bagagli e merci e l’adeguamento delle infrastrutture aeroportuali alle misure di sicurezza”. Questo per “eliminare le carenze riscontrate nel sistema di sicurezza delle infrastrutture, richiedendo in particolare di impedire il passaggio dall’area arrivi all’area partenze al personale non autorizzato”. Visto che “Striscia la Notizia conferma la necessità di quegli interventi già richiesti, l’Enac rende noto di avere immediatamente disposto l’accertamento dei fatti finalizzato all’adozione di ulteriori provvedimenti”.

A stretto giro la risposta della Sacbo: “In relazione alla presenza della troupe di Striscia la Notizia all’Aeroporto di Orio al Serio nella giornata di lunedì 27 settembre e alle presunte intrusioni che si sarebbero verificate attraverso le porte di uscita in zona arrivi – recita una nota della società di gestione dello scalo bergamasco – Sacbo dichiara di aver adottato tutti i dispositivi previsti dalle normative nazionali e locali per assicurare lo svolgimento in sicurezza delle operazioni aeroportuali per passeggeri e bagagli in partenza, nonché per il personale aeroportuale”.

“Con riferimento alle responsabilità addebitate al gestore aeroportuale, Sacbo precisa, inoltre, che l’area arrivi non è interessata a misure di controllo rientranti nelle proprie competenze. Per quanto concerne l’adeguamento delle infrastrutture aeroportuali, Sacbo ha sempre ottemperato alle disposizioni di Enac dal momento in cui esse venivano formalizzate. Per ogni modifica procedurale e/o infrastrutturale, il gestore si è sempre attenuto alle disposizioni decise e condivise in sede di Comitato Sicurezza Aeroportuale, di cui Enac ha il coordinamento. In ogni caso, Sacbo si riserva di fornire ulteriori valutazioni dopo aver visionato il servizio televisivo e le immagini che saranno trasmesse da Striscia la Notizia”.

Manca l’autorizzazione, il bancomat dell’oro non funziona

L'inaugurazione del bancomat dell'oro ORIO AL SERIO -- Tutta colpa di un permesso non ancora arrivato. Il tanto atteso ...

Ancora tentata rapina: bandito bloccato dai benzinai

La Polizia Stradale OSIO SOPRA -- Nuovo tentativo di rapina ai danni di un benzinaio. Dopo l'agguato di ...