iscrizionenewslettergif
Economia

Banche, corsa ai rincari: aumentano bonifici e bollette

Di Redazione28 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Crescono le spese sui depositi bancari

Crescono le spese sui depositi bancari

BERGAMO — Aumenti e rincari delle spese, mentre lo stipendio depositato non cresce mai. Le banche hanno deciso di aumentare i costi di bonifici e operazioni. La causa scatenante degli aumenti è stata l’introduzione dell’Isc (l’indice sintetico di costo annuo), imposto da Bankitalia a tutti gli istituti, bergamaschi compresi.

Ed ecco dunque che, a cascata, sono iniziati gli aumenti. Gli istituti che non facevano pagare il bonifico permanente ora chiedono fino a 4,5 euro. Chi offriva a costo zero la domiciliazione delle utenze e adesso chiede 85 centesimi, come Ubi. Chi il bonifico via Internet lo eseguiva gratis e oggi invece applica una commissione di un euro.

A far scattare i rincari sono stati l’entrata in vigore della direttiva europea su incassi e pagamenti che toglie alle banche l’introito sui giorni di valuta (in particolare sui bonifici) e l’incremento di trasparenza preteso dalla Banca d’Italia con l’Isc. Tutti costi in più che gli istituti scaricano sull’utente finale.

La forbice dei tassi, intanto, continua ad allargarsi: il rendimento medio di un conto corrente, secondo una recente indagine del Corriere della sera, è attorno 0,04 per cento, contro un tasso massimo sullo scoperto di conto che arriva ormai al 14,58 (in assenza di fido). Un punto in più rispetto al 13,91% di maggio.

Ma sono aumentate, e non di poco, anche operazioni ordinarie come i bonifici e i pagamenti delle bollette. I più penalizzati, come al solito, sono i pensionati. Prima dell’estate, pagavano in media 132 euro all’anno per tenere un deposito in banca. Ora 134 euro (crescita dell’1,5 per cento). Non sono rose nemmeno per le famiglie che usano i servizi bancari: rincaro di due euro, da 144 a 146 (+1,4 per cento).

Insomma, in 120 giorni il costo medio dei depositi bancari è salito dell’1,5 per cento, quanto l’inflazione media stimata dall’Istat per l’intero 2010.

Fincantieri, Sacconi convoca le parti: “No agli agitatori”

Il ministro Sacconi BERGAMO -- Il governo è pronto a convocare le parti coinvolte nella trattativa sui problemi ...

Inflazione: a Bergamo prezzi stabili ma non per tutto

In crescita il prezzo dell'energia BERGAMO -- Nel mese di Settembre 2010, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività ...