iscrizionenewslettergif
Isola

Una “casa chiusa” a Bonate Sopra: clienti colti sul fatto

Di Redazione24 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una casa chiusa

Una casa chiusa

BONATE SOPRA — Quello strano via vai aveva molto di sospetto. E così, dopo le segnalazioni dei vicini, con un blitz i carabinieri hanno svelato il mistero: era una casa chiusa quella che era stata organizzata in un appartamento di via Vittorio Emanuele, a Bonate Sopra.

La casa per appuntamenti era gestita da una coppia di romeni: lui 40 anni e lei 35. Nell’appartamento erano state ricavate cinque piccole stanze in cui si consumavano rapporti sessuali a pagamento. Quando i Carabinieri di Ponte sono entrati nella casa, in pieno pomeriggio, tutte le stanzette erano occupate da prostitute e clienti, a quanto pare tutti residente nell’Isola.

Delle cinque ragazze “al lavoro” due erano italiane: una 53enne di Firenze e una bergamasca di 42 anni. Le altre tre erano romene, rispettivamente di 38, 36 e 32 anni. Dalle indagini è risultato che il prezzo pagato per le prestazioni sessuali era di 100 euro.

La coppia di rumeni che aveva messo in piedi quel giro di sesso a pagamento, organizzava gli incontri per via telefonica oppure con annunci su siti internet. Ora i due dovranno rispondere di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Bimbo di due anni muore cadendo dal quarto piano

Il tetto dell'edificio da cui è caduto il bambino PONTE SAN PIETRO -- Tragedia a Ponte San Pietro. Un bimbo di due anni ...

Il pallavolista Domenghini si schianta in autostrada: muore la fidanzata

Giorgio Domenghini (primo a sinistra) posa con i Neri per caso TREZZO D'ADDA -- Morire a 25 anni in un incidente stradale. E' la tragica sorte ...