iscrizionenewslettergif
Politica

Stop alla caccia in deroga: la Lega spara contro Formigoni

Di Redazione14 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Pirellone

Il Pirellone

MILANO — Stop al progetto di legge sulla caccia in deroga in Lombardia. Il Consiglio regionale ha infatti approvato, con voto segreto, una pregiudiziale al provvedimento che avrebbe permesso di cacciare, nella stagione venatoria al via domenica, alcune specie protette di uccelli in deroga alle normative europee.

Con la pregiudiziale, presentata da Sinistra Ecologia e Liberta’ e Italia dei Valori, si è bloccato di fatto il progetto di legge considerandolo ”illegittimo” dopo la sentenza di luglio della Corte di Giustizia europea che ha condannato l’Italia proprio per il progetto di legge lombardo sulle deroghe.

La bocciatura ha fatto gridare la Lega alla presenza di franchi tiratori in consiglio regionale.

“La Lega Nord – afferma il capogruppo del Carroccio Stefano Galli – ha votato in maniera compatta a difesa dei cacciatori lombardi. Siamo dalla parte dei cacciatori che anche oggi hanno manifestato di fronte al Pirellone e che rappresentano una categoria della popolazione lombarda che la Lega ha sempre guardato con attenzione”.

“Posso assicurare che coloro che hanno deliberatamente deciso di non approvare le deroghe per l’attività venatoria, non stanno sul Carroccio. In questi mesi e anche oggi in aula il gruppo della Lega Nord ha ribadito la propria unità e volontà di difendere la millenaria tradizione della caccia”.

“Il voto di oggi – conclude il capogruppo della Lega Nord – è la conferma che il Presidente Formigoni è sempre stato e rimane contrario alla caccia in deroga”.

La senatrice Gallone smentisce: non vado con Fini

La senatrice alla festa del Pdl di domenica scorsa BERGAMO -- ''E' una pura invenzione di stampa, che non ha alcun riscontro nella realtà, ...

Il piano segreto della Lega: ministeri a Torino, Brescia e Venezia

Umberto Bossi Lo ha anticipato domenica a Venezia. Ma come nel suo stile dietro quello parole c'è ...