iscrizionenewslettergif
Politica

Seriate, saluto romano: bufera sull’assessore Cortesi

Di Redazione13 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Misiani

Antonio Misiani

BERGAMO — Quel gesto proprio non è andato giù alla sinistra che ora grida all’apologia di fascismo. Protagonista della vicenda, Gabriele Cortesi, assessore del comune di Seriate, in quota Pdl. L’ex esponente di Alleanza Nazionale ha partecipato a un raduno di nostalgici del Ventennio capeggiati dal prete sospeso a divinis Giulio Maria Tam e c’è scappato il saluto romano.

La reazione della sinistra è stata veemente. Rifondazione ha chiesto le dimissioni dell’assessore, l’ex sindaco di Bergamo Bruni ha attaccato Tentorio perché in passato ha partecipato a manifestazioni simili e infine il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani ha rincarato la dose: “E’ una vergogna – ha detto -. Di fronte a questa inaccettabile apologia di fascismo (reato, va ricordato, secondo la normativa vigente), ci aspettiamo una netta presa di posizione da parte della segreteria provinciale del Pdl bergamasco e del sindaco di Seriate”.

“E’ utile – conclude – che i cittadini sappiano con chiarezza se le convinzioni neofasciste di Cortesi sono ritenute compatibili o meno con i valori ‘liberali’ del cosiddetto ‘partito dell’amore'”.

Treviglio, terremoto nel Pdl: Fabbrucci passa con Fini

La missiva di Fabbrucci che accusa il Pdl TREVIGLIO -- Acque agitate nel Popolo della Libertà. Dopo il botta e risposta dei giorni ...

Di Pietro a Clanezzo: Berlusconi terrorista politico

Antonio Di Pietro CLANEZZO -- L'occasione era il primo incontro nazionale dei coordinatori di Italia dei valori. Il ...