iscrizionenewslettergif
Politica

Saglia (Pdl): le divisioni sul territorio frutto di ambizioni personali

Di Redazione13 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il palco dell'incontro di domenica

Il palco dell'incontro di domenica

GRUMELLO DEL MONTE — Dopo il successo della giornata di sabato con il ministro della Difesa Ignazio La Russa la giornata domenicale della festa del Pdl Valcalepio è stata dedicata ai temi dell’energia e del lavoro con la presenza del sottosegretario alla Sviluppo economico Stefano Saglia.

Al confronto hanno partecipato anche i parlamentari Gregorio Fontana e Alessandra Gallone, il coordinatore provinciale Carlo Saffioti, l’assessore Regionale Marcello Raimondi, il vicepresidente della Provincia Giuliano Capetti, l’assessore provinciale Enrico Zucchi.

“La festa di Grumello è stata l’occasione per il primo di una serie di incontri tematici che il Pdl di Bergamo svilupperà nei prossimi mesi – ha spiegato Saffioti – gli incontri daranno la possibilità ai nostri amministratori locali di confrontarsi con i vari livelli istituzionali per individuare soluzioni utili per il buongoverno delle loro amministrazioni”.

“Mai come ora il tema dell’energia è fondamentale per lo sviluppo economico del nostro paese – ha esordito Fontana –. Il governo si è impegnato e si sta impegnando con un grande lavoro di squadra sul fronte dell’energia e del lavoro e il ministro Sacconi, insieme al sottosegretario Saglia, sono impegnati nel risolvere le grandi crisi aziendali che hanno colpito il nostro territorio come quella della Indesit di Brembate. Le energie alternative possono essere una grande occasione di sviluppo del nostro territorio”.

“Il governo ha lavorato e sta lavorando da 2 anni con grande intensità per affrontare la crisi – ha spiegato Saglia –. Abbiamo riscoperto l’anima sociale del Pdl e abbiamo messo al primo posto le persone e il lavoro. Gli ammortizzatori sociali non sono certamente una soluzione ma hanno aiutato e stanno aiutando le aziende a superare la crisi.”
“In questi due anni ci siamo impegnati e ci stiamo impegnando nel settore della green economy – ha proseguito Saglia – perché l’energia pulita utile crea nuove opportunità di lavoro. Con il provvedimento per le imprese energivore, che ha diminuito i costi dell’energia, abbiamo salvato centinaia di posti di lavoro”.

“Non c’è un monopolio della sinistra sul tema ambiente – ha dichiarato la senatrice Gallone –. La sinistra urla, mentre il Governo si impegna a tutti i livelli e i distretti dell’energia che si realizzeranno anche a Bergamo permetteranno alle imprese di fare rete e risparmiare”.

“Regione Lombardia è la regione con la maggiore quota di energie rinnovabili, – ha spiegato Raimondi – grazie anche alla grande tradizione di energia idroelettrica che è l’origine della forza industriale del nostro territorio”.

“L’Italia – ha continuato Raimondi – è la nazione con la maggior incentivazione offerta a imprese e cittadini per il solare a livello europeo. La Lombardia è la prima regione italiana come impianti ad energia solare, vi sono oltre 11.000 impianti fotovoltaici sul nostro territorio e le migliori aziende del settore fotovoltaico sono lombarde. A dispetto di quanto avviene affermato la nostra Regione e le nostre imprese investono costantemente nella ricerca e nell’innovazione anche nel comparto ambiente ed energia”.

“Il lavoro di squadra sui temi dell’energia e del lavoro – ha dichiarato Zucchi – è stato ed è fondamentale per risolvere le problematiche del nostro territorio. In questo anno di grandi crisi aziendali ho sempre trovato nei nostri parlamentari e nel ministro Sacconi e nel sottosegretario Saglia degli interlocutori attenti e disponibili. La nostra provincia vuole essere protagonista della grande occasione che può offrire la green economy. È per questo che stiamo pensando ad una agenzia formativa per l’energia perché è necessario formare gli operatori al fine di sviluppare nuove e possibili occasioni di impresa e posti di lavoro”.

“La competizione nasce anche dalla facilità delle comunicazioni – ha concluso Capetti –. La nostra provincia sarà oggetto di grandi investimenti nonostante la crisi. Basti pensare alla Bre.Be.Mi, un’opera da 1,5 miliardi di euro, oppure all’alta velocità Treviglio-Brescia opera da 1 miliardo di euro. Anche la Valcalepio sarà oggetto di investimenti: il secondo lotto della Costa di Mezzate-Chiuduno che dovrebbe essere terminato in 18 mesi dal costo di 16 milioni di euro, ed è in fase di studio anche il terzo lotto. Vi sono poi i 45 milioni di euro per la Albano Trescore, progetto della Provincia di Bergamo, e i cui lavori saranno appaltati da Anas”.

Infine Saglia ha voluto chiudere con un riferimento alla situazione interna al PDL “è necessario lavorare per costruire e rafforzare il Pdl, spesso le divisioni sul territorio nascono da ambizioni personali non da vere problematiche politiche. Dobbiamo superare il frazionismo. Il Pdl è il partito degli italiani. Noi non vogliamo cambiare gli italiani ma le istituzioni rendendole efficienti, la sinistra invece vuole cambiare gli italiani perché solo così può sperare di vincere”.

Tentorio replica all’opposizione: Bruni, che tristezza

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio BERGAMO -- "Il comunicato stampa del capo dell’opposizione avvocato Roberto Bruni suscita in me sentimenti ...

L’Udc cambia nome: concorso da 5000 euro sul web

Casini alle prese con internet ROMA -- L'Udc (Unione di centro) di Pierferdinando Casini cambia nome, ma per farlo ha ...