iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, Pettinari: posso giocare su entrambe le fasce

Di Redazione8 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Leonardo Pettinari

Leonardo Pettinari

ZINGONIA – La sua posizione, contro il Frosinone, è stata quella più discussa. Meglio a destra o a sinistra? A Bergamo, Leonardo Pettinari, fino a pochi giorni prima lo avevamo visto solo sulla fascia mancina.

Colantuono ha detto che lui può giocare su entrambe le fasce. Il diretto interessato conferma e ricorda come, in passato, questa duttilità era la norma.

Leonardo Pettinari, la prima domanda è d’obbligo: come ti sei trovato sulla destra?

Ho sempre alternato, anche in passato, le due fasce. Magari nel Cittadella mi sono trovato più spesso sulla fascia mancina ma credo che un esterno debba sapersi muovere da entrambe le parti senza difficoltà particolari. In alcune partite è forse addirittura meglio giocare con il piede invertito, in altre la ricerca del fondo può essere più importante: posso farlo senza problemi, sono qui per dare il mio contributo.

Prossimo avversario, il Pescara. Come la vedi?

Il nostro obiettivo è vincere. Dopo due pareggi consecutivi, vogliamo bissare il successo della prima giornata conto il Vicenza. Sinceramente, credo che contro Varese e Frosinone l’Atalanta abbia ottenuto un buon risultato perché la serie B è un campionato tosto e conquistare punti è sempre importante. I nostri prossimi avversari sono reduci da una sconfitta, ci terranno a rifarsi davanti al pubblico amico ma noi ci saremo. E, ripeto, vogliamo vincere.

L’ambiente non sarà dei più facili, il Siena ne sa qualcosa..

Hanno certamente entusiasmo, dopo il campionato di C1 sono riusciti a tornare in serie B e l’ambiente sarà carico: il fatto di incontrare l’Atalanta metterà ancora più grinta nei nostri avversari.

Ripensando alla sfida contro il Frosinone, dove potevate fare di più?

Credo che ci sia mancato soltanto il gol. Su un campo in cui era difficile giocare bene, abbiamo creato delle occasioni importanti contro una squadra che si difendeva bene: pensiamo alla prossima e lavoriamo per migliorare negli ultimi sedici metri.

Il tuo parere sulle prime critiche piovute per il gioco espresso?

Ognuno è libero di pensarla come vuole, personalmente sono convinto che stiamo facendo bene e siamo sulla strada giusta. Il campionato è duro, le partite vanno giocate e se andiamo a confrontare i risultati con quelli delle nostre avversarie vediamo come nessuno stia facendo meglio di noi. Anzi, forse sono più le compagini messe peggio. L’inizio è complicato, noi siamo a zero gol presi e non abbiamo mai perso: la squadra è forte e certamente avremo tempo per migliorare ancora.

Ultima curiosità: a che punto sei su piano fisico?

Non sono al 100%, è normale, ma credo di esserci molto vicino. Di partita in partita non posso che migliorare e come me tutta la squadra. Arriverà il momento in cui staremo davvero tutti bene e sono certo che da quel giorno in avanti la forza dell’Atalanta verrà fuori. Completamente.

Fabio Gennari

Atalanta da record: superata quota 16mila abbonati

La curva in festa BERGAMO – 16195. Pazzesco: Bergamo galoppa contromano. Per un’Italia che, in tema di spettatori e abbonati ...

Atalanta, Colantuono: qualche acciacco ma daremo il massimo

Stefano Colantuono ZINGONIA – Sono Thomas Manfredini e Simone Padoin i due dubbi di Colantuono. Formazione titolare ...