iscrizionenewslettergif
Psicologia

La fede combatte lo stress

Di Redazione6 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Fede

Fede

La fede è un efficace antistress, ma il discorso vale solo per i credenti. A rivelarlo un gruppo di ricercatori dell’ Università di Toronto Scarborough guidati da Michael Inzlicht e Alexa Tullett in una ricerca pubblicata su “Psychological Science”.

La ricerca lascia emergere che quando un credente pensava a tematiche riguardanti la propria religione, il cervello reagiva con meno preoccupazione e meno ansia agli errori commessi rispetto al cervello dei non credenti.

Quando i credenti sono portati a pensare a tematiche inerenti la loro religione- spiegano gli studiosi- nel cervello si riduce l’ attività cerebrale collegata alla corteccia cingolata anteriore (ACC), un’ area associata, tra le altre funzioni, a dare l’ allarme quando si commettono errori. Viceversa, negli atei frasi e parole riguardanti la fede determinano un aumento dell’ attività della corteccia cingolata anteriore, quindi un aumento dell’ ansia.

Stress da rientro per un italiano su 10

Stress da rientro Stress da rientro per un italiano su dieci. Gli esperti lo chiamano "post vacation blues" ...

Contro lo stress, vacanze sui monti

Montagna Uno studio scientifico del Finnish Forest Research Institute rivela come la montagna sia il posto ideale ...