iscrizionenewslettergif
Poesie

“I cieli sono uguali” di Pedro Salinas

Di Redazione6 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I cieli sono uguali
Azzurri, grigi, neri,
si ripetono sopra
l’arancio o la pietra:
guardarli ci avvicina.
Annullano le stelle,
tanto sono lontane
le distanze del mondo.
Se noi vogliamo unirci,
non guardare mai avanti:
tutto pieno di abissi,
di date e di leghe.
Abbandonati e galleggia
sopra il mare o sull’erba,
immobile, il viso al cielo.
Ti sentirai calare
lenta, verso l’alto,
nella vita dell’aria.
E ci incontreremo
oltre le differenze
invincibili, sabbie,
rocce, anni, ormai soli,
nuotatori celesti,
naufraghi dei cieli.

“Canzone ridente” di William Blake

ruscello1GQuando i boschi verdi di gioia ridono, E corrugandosi il ruscello Li accompagna colle sue risa; Quando l'aria ...

“Alicante” di Jacques Prévert

images-13Un'arancia sul tavolo Il tuo vestito sul tappeto E nel mio letto, tu Dolce dono del presente Frescura della ...