iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta non sfonda, col Frosinone finisce 0-0

Di Redazione5 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Partita numero 332 per Bellini

Partita numero 332 per Bellini

BERGAMO — Secondo 0-0 consecutivo dell’Atalanta in campionato. I nerazzurri escono dal campo senza successo al cospetto di un Frosinone tutt’altro che trascendentale, nonostante almeno 5 palle gol costruite (tra cui un palo e due paratissime di Sicignano) la sensazione è che alcune scelte tattiche di Colantuono non abbiano pagato come ci si aspettava.



Oltre a Doni, il mister di Anzio lancia dal primo minuto Carmona, a sorpresa c’è anche Ruopolo che al 3′ si inventa un tacco pazzesco per Tiribocchi: la penetrazione in area del numero 90 viene chiusa con molto mestiere da Terranova; il Frosinone si affaccia dalle parti di Consigli solo al 13′, Lodi gioca solo con il sinistro ma quando taglia verso la porta un calcio d’angolo a rientrare per poco beffa il portierone atalantino sul palo più lontano.

Cristiano Doni sulla sinistra fatica un po’ ad entrare in partita, il primo miracolo di Sicignano però arriva grazie a lui quando al 21′ una punizione da fuori area destinata all”incrocio viene smanacciata in angolo: pur senza incantare, i nerazzurri si rendono ancora pericolosi al 25′ con un cross velenoso di Tiribocchi e con una discesa di Raimondi al 37′ chiusa in extremis dal solito Terranova sull’accorrente Ruopolo.


Spettacolare manovra offensiva dell’Atalanta al 41′: Ruopolo viene a prender palla a centrocampo, tacco per Doni che gioca di sponda, il centravanti casertano finta la conclusione e serve Tiribocchi in piena area ma l’esterno destro del bomber romano muore contro il palo lungo dopo aver scavalcato Sicignano senza che l’accorrente Pettinari riesca ad intervenire.


Talamonti per Capelli (problemi intestinali) è il primo cambio del tecnico di Anzio dopo il riposo, la verve dei bergamaschi è subito quella giusta e al 47′ Doni illude tutto lo stadio: manovra elaborata sulla destra, Raimondi rientra e scodella per il capitano che i piena area controlla e scarica sul fondo di un niente una girata un destro.


Il cambio di Tiribocchi con Ceravolo (57′) lascia un po’ tutti perplessi, il ragazzo di Locri i settimana si era mosso bene da seconda punta ma con Ardemagni in panchina, Pettinari fuori posizione e Doni con poca autonomia era facile aspettarsi qualcosa di diverso.


Colantuono cerca la vittoria cambiando ancora, Ardemagni per Ruopolo è l’ultima mossa e al 71′ Ceravolo conquista una bella punizione dal limite (destro di Doni rimpallato) prima che al 77′ Ardemagni sgusci sul fondo porgendo ancora a Ceravolo un pallone interessante sventato da Sicignano.


L’Atalanta fatica, nel finale la forza della disperazione manda Ceravolo al tiro (86′) ma Sicignano mette la manona e alza in angolo; lo stesso esterno di Locri poi ostacola in maniera incredibile Raimondi a due passi dalla riga di porta vanificando una grandissima occasione. Nonostante i cinque minuti di recupero non succede nulla di clamoroso, la porta rimane inviolata grazie ad una paratona di Consigli (92′) ma lo 0-0 è francamente deludente per una squadra che cercava a tutti i costi una vittoria.


ATALANTA – FROSINONE 0-0


ATALANTA: Consigli, Raimondi, Capelli (46′ Talamonti), Peluso, Bellini, Pettinari, Carmona, Padoin, Doni, Tiribocchi (57′ Ceravolo), Ruopolo (69′ Ardemagni). All. Colantuono


FROSINONE: Sicignano, Catacchini, Terranova, Guidi, Bocchetti, Grippo, Bottone (85′ Biso), Di Tacchio (91′ Benjema), Lodi, Santoruvo, Basso (75′ Sansone). All. Carboni.


Ammoniti: Santoruvo(F), Grippo(F), Di Tacchio(F), Doni(A), Sicignano(F), Guidi(F)


Fabio Gennari

Atalanta-Frosinone, Doni in campo dall’inizio?

Cristiano Doni ZINGONIA – Sempre più Cristiano Doni. Dopo la sgambata pomeridiana contro la Berretti di Perico, ...

Bene Doni, Ruopolo e Bellini, rimandati Pettinari e Colantuono

Francesco Ruopolo (foto Mariani) BERGAMO -- Sarà sempre così. Avversari che si chiudono, randellate a più non posso e ...