iscrizionenewslettergif
Bassa

Mornico al Serio: ragazzino si suicida per un rimprovero

Di Redazione2 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Senza parole

Senza parole

MORNICO AL SERIO — Cosa passa nella testa di un ragazzino di 12 anni quando i genitori lo rimproverano? In quel mondo personale fatto di fragilità e incertezza, in quell’età delicatissima? Sono le domande che potrebbero spiegare il suicidio avvenuto quest’oggi a Mornico Al Serio.

Il ragazzino si è suicidato dopo un rimprovero dei genitori. Non aveva ancora terminato i compiti delle vacanze. L’adolescente è stato trovato dalla madre privo di vita nella sua camera. Si e’ ucciso appendendosi a una corda. Frequentava la scuola media, ma non aveva mai manifestato problemi di alcun tipo, né con i familiari né con gli amici. Come se il male oscuro che a quell’età scatena reazioni inaspettate, avesse voluto celarlo dentro di sé. Per nascondere quel che viene percepito come una macchia o una colpa anche se non lo è. Per nascondere quella sensazione d’inadeguatezza verso il mondo esterno, con cui non si riesce a comunicare.

La madre e il padre credono che il gesto sia scaturito da una reazione a un brusco rimbotto per quegli esercizi sui libri, noiosissimi, che tolgono il fiato a un’età che brucia le tappe. Forse voleva essere un atto dimostrativo. Ma diversamente da quello che accade nei videogames, tanto amati dai giovanissimi, dopo il game over stavolta non ci sarà nessuna nuova partita.

Ancora Gratta e vinci: a Osio Sotto vinto un milione di euro

Il megamiliardario OSIO SOTTO -- Il colpo della vita. Dopo la vincita da 100mila euro realizzata a ...

Cliente di una prostituta aggredito e rapinato

Nuova aggressione ai clienti di prostitute CALCINATE -- Sono sempre più frequenti aggressioni di rapinatori ai danni di clienti di prostitute ...