iscrizionenewslettergif
Poesie

“Mare mattutino” di Costantinos Kavafis

Di Redazione2 settembre 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Fermarmi qui! Mirare anch’io questa natura un poco.
Del mare mattutino e del limpido cielo
smaglianti azzurri e gialla riva: tutto
s’abbella nella grande luce effusa.

Fermarmi qui. Illuso di mirare
ciò che vidi davvero l’attimo che ristetti,
e non le mie fantasime, anche qui,
le memorie, le forme del piacere.

“Estate” di Cesare Pavese

girl-in-a-field-of-grass-gayle-hartmanC'è un giardino chiaro, fra mura basse, di erba secca e di luce, che cuoce adagio la ...

“Canzone ridente” di William Blake

ruscello1GQuando i boschi verdi di gioia ridono, E corrugandosi il ruscello Li accompagna colle sue risa; Quando l'aria ...