iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Caccia in deroga: la Lega presenta progetto di legge

Di Redazione31 agosto 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Pirellone

Il Pirellone

MILANO — Il gruppo consiliare della Lega Nord e il consigliere del Pdl Carlo Saffioti hanno presentato questa mattina in consiglio regionale un progetto di legge per la caccia in deroga.

“Con questo progetto di legge – spiega il consigliere leghista Roberto Pedretti – si consentirà la caccia in deroga nella stagione venatoria 2010-2011 per cinque differenti specie: fringuello, peppola, storno, frosone e pispola. L’intento è quello di conciliare la tutela della caccia come elemento della tradizione lombarda, con l’esigenza di non ripetere i medesimi errori che hanno reso i precedenti provvedimenti attaccabili dalle sentenze degli organismi comunitari”.

“Abbiamo quindi deciso di redigere un nuovo provvedimento più attento ad evitare simili rischi ma che non precludesse la possibilità di cacciare  quelle specie di volatili tradizionalmente oggetto di attività venatoria in Lombardia, il cui soprannumero è anche causa di ingenti danni all’agricoltura stessa. Il nostro Movimento non ha mai abbandonato i cacciatori lombardi e non intende certamente farlo ora. Siamo dalla parte del territorio e delle tradizioni ad esso legate; ciò ci consente di riconoscere nella caccia un valore culturale, sportivo ed economico che merita la giusta tutela”.

“Più in generale  – spiega il bergamasco Giosuè Frosio – va sottolineata la disomogeneità esistente in merito alle normative in materia di caccia fra i diversi stati membri dell’Unione Europea. Credo che, per risolvere definitivamente la situazione, si renda necessario un intervento risoluto e deciso da parte del Governo italiano in sede comunitaria. E’ opportuno infatti ricordare che  i problemi sulla materia nascono da questioni prevalentemente burocratiche, che possono e devono essere rimosse da un intervento di tipo politico”.

“In queste ultime settimane ho ricevuto alcune lettere critiche che mi hanno amareggiato  da parte di alcune associazioni venatorie: ritengo doveroso ricordare a chi mi ha scritto che nell’ultimo quinquennio è stato possibile effettuare la caccia in deroga in Lombardia solo per merito di una forte azione portata avanti in modo sistematico e continuativo dalla Lega Nord e dal tavolo interprovinciale sulla caccia  Bergamo Brescia tra i cui promotori vi erano Monica Rizzi e il sottoscritto” conclude il consigliere leghista.

Udc, lutto nei centristi: è morto l’ex sindaco Remo Rottoli

Remo Rottoli, primo a destra, accanto a Savino Pezzotta BONATE SOPRA -- Lutto nel mondo della politica locale. Eì morto nella notte di ieri, ...

Bandera replica a Paganoni: i giochi del parco Locatelli sono già stati riparati

L'assessore all'Ambiente Massimo Bandera BERGAMO -- "In riferimento alla segnalazione relativa ai giochi rotti nel parco di via Locatelli ...