iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, parla Colantuono: importante avere i tifosi a Varese (video)

Di Redazione27 agosto 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Stefano Colantuono

Stefano Colantuono

ZINGONIA – Barreto nel parcheggio, Carmona al piano di sopra e lui in sala stampa. Logisticamente parlando, la mattinata vissuta a Zingonia è stata decisamente intensa.

Il tecnico di Anzio sulla presenza del nuovo arrivo ha fatto di finta di nulla dopo aver spiegato, chiaramente, il perché della nuova esclusione del paraguaiano Barreto. Varese a parte, argomento caldo ma scontato vista la vicinanza dei secondi 90 minuti di campionato, non poteva mancare un commento sui fatti di Alzano Lombardo e sull’immagine che è passata di Bergamo e degli atalantini.

Mister, abbiamo visto Barreto lasciare il centro. Come mai non è convocato?

Il piede è apposto ma, rispetto ai compagni, la condizione è ancora precaria e quindi non vogliamo affrettare i tempi. Ci sono alternative, andiamo a Varese comunque senza grossi problemi.

Certo che Padoin, dopo le prove della settimana, in molti lo pronosticavano in fascia..

Abbiamo fatto questi test perché Pettinari non stava bene, al centro ci sono alternative come Radovanovic e comunque credo che ora, in linea di massima, si possa riproporre la stessa squadra di venerdì scorso.

Gli altri acciaccati hanno recuperato?

Bellini ha svolto la rifinitura dopo l’affaticamento dei giorni scorsi, Manfredini non è ancora al meglio dopo la botta ricevuta nel Bortolotti ma sono tutti problemi risolvibili: non ci saranno rivoluzioni.

Che Varese si aspetta?

Siamo l’Atalanta, dobbiamo affrontare tutti cercando di fare la partita ma credo che soprattutto in questa fase sia importante non sottovalutare le neopromosse. Squadre come Varese e Novara hanno cambiato poco, corrono molto e si è già visto che danno tutto al cospetto di grandi realtà: il successo sul campo di Torino non è casuale.

Da uomo di calcio, quanto è rimasto turbato dagli episodi di Alzano?

Non è stato sicuramente un bell’episodio. Se si vogliono fare delle contestazioni, come in questo caso per la Tessera del tifoso, ci sono modi e tempi giusti per farlo: uno può essere d’accordo o meno, condividere oppure no ma deve manifestarlo civilmente, non come è stato fatto.

Fino a pochi giorni prima Bergamo era uno spot per il calcio, ora l’immagine è stata sporcata: qual è il suo pensiero?

Già è importante che dopo il divieto iniziale, la nostra gente ci possa seguire in trasferta. Penso che noi tutti, intesi come popolo atalantino, dobbiamo impegnarci per ricostruire e promuovere un’immagine pulita di Bergamo e dell’Atalanta. La squadra non ha subito alcun colpo, dobbiamo pensare solo al campo ed è molto importante che anche lontano da Bergamo sia possibile avere il supporto del nostro pubblico.

Fabio Gennari

Atalanta, Percassi durissimo con gli ultras: gesto inqualificabile

Antonio Percassi BERGAMO – Non poteva certamente mancare. Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta e assoluto protagonista del ritrovato ...

Gran colpo dell’Atalanta: dalla Reggina arriva Carmona

Carlos Carmona (foto atalanta.it) ZINGONIA – Altro acquisto a centrocampo per l’Atalanta. La società nerazzurra ha preso in comproprietà ...