iscrizionenewslettergif
Sport

Consigli semplicemente mostruoso, bene Pettinari e Basha

Di Redazione21 agosto 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Andrea Consigli (foto Mariani)

Andrea Consigli (foto Mariani)

BERGAMO — Tutti si aspettavano la vittoria, arriva un 2-0 e chi non ha visto la partita potrebbe pensare che sono stati gli avanti a meritarsi la palma del migliore. Sbagliato, signori miei.

Nel primo successo della nuova Atalanta targata Stefano Colantuono, il protagonista assoluto è stato Andrea Consigli: almeno quattro, autentici, miracoli ed un’attenzione costante che hanno rimpallato i tentativi del Vicenza.

Consigli 8: Pronti via e Baclet lo costringe a due autentici miracoli, lui è bravo a dire di no e anche al 24′ mette la manona sulla testata di Abbruscato.ella ripresa si ripete su Abbruscato e Oliveira: prestazione mostruosa.
Bellini 6: più sicuro a destra rispetto alle precedenti uscite, si guadagna il rigore del 2-0 con un bel sombrero su Giani ma subito dopo liscia un pallone pericoloso che il Vicenza per poco sfrutta: gara diligente del nuovo capitano anche se l’impressione è che a sinistra si senta meglio (83′ Raimondi sv).
Capelli 6: inizio di gara diffcile, Abbruscato gli scappa un po’ ovunque ma lui con il passare dei minuti si riprende e alla fine non demerita.
Manfredini 6,5: partenza da incubo con Baclet che per due volte chiama Consigli al miracolo, pian piano registra le distanze e anche il problema muscolare che lo aveva tenuto in dubbio non sembra tormentarlo più di tanto.
Peluso 6: si propone poco lasciando a Pettinari l’onere di sfondare sulla corsia mancina, nella ripresa prova qualche iniziativa in più ma non si nota poi tanto: diligente ma timido.
Bonaventura 6: fin dai primi minuti cerca iniziative interessanti in attacco, si muove bene anche in chiusura e dimostra di meritare la fiducia di Colantuono (dal 75′ Radovanovic sv)
Basha 7: un paio di ottime verticalizzazioni lo ergono al ruolo di protagonista anche in fase di rifornimento alle punte, per il resto appare molto più in palla della gara di Tim Cup
Padoin 6,5: lavoro oscuro al centro del campo, con il passare dei minuti il suo spessore diventa un valore aggiunto importante e alla fine il soldatino di Gemona è ancora uno dei migliori.
Pettinari 7: In settimana l’aveva promesso, al 4′ il suo primo gol con la maglia dell’Atalanta era già sul tabellino e per tutti i restanti 86 minuti più recupero lavora senza soluzione di continuità sulla fascia mancina. Valdes già dimenticato?
Tiribocchi 6,5: L’intesa con Ardemagni è molto buona, inizia la gara con l’assist che costringe Zanchi al fallo da rigore e dopo due conslusioni che chiamano Frison al miracolo, insacca al 32′ il primo gol ufficiale con un rigore preciso all’angolino: un lusso per la serie B (dal 71′ Doni sv).
Ardemagni 6: sfiora la rete con una super zuccata ad inizio gara, sbaglia un rigore al quarto d’ora ma piace per movimento e spirito di abnegazione: meno brillante di altre volte ma comunque positivo.
All. Colantuono 6,5: gli dicono tutti che l’Atalanta è la più forte del lotto, il tempo dirà se è tutto vero ma intanto lui si presenta all’ombra della Rocca con una squadra che rischia in difesa ma davanti è potenzialmente devastante: bentornato mister.

Fabio Gennari

Atalanta, partenza sprint: Vicenza battuto 2-0 (video)

Il tabellone del Comunale (foto Mariani) BERGAMO -- Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Chiara, limpida, indiscutibile. Dopo una partenza ...

Atalanta, ecco Colantuono: bene i tre punti ma dietro dobbiamo migliorare (audio)

Stefano Colantuono BERGAMO -- Aveva chiesto un successo, ha ottenuto un successo. Tutto bene? Mica tanto, Stefano ...