iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, partenza sprint: Vicenza battuto 2-0 (video)

Di Redazione21 agosto 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il tabellone del Comunale (foto Mariani)

Il tabellone del Comunale (foto Mariani)

BERGAMO — Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Chiara, limpida, indiscutibile. Dopo una partenza con il brivido, il carrarmato nerazzurro miete la sua prima vittima: con il Vicenza arriva un 2-0 perfino stretto per quanto visto nei 95′ di gioco, considerando che anche gli ospiti meritava almeno una rete.

Lo stadio Comunale di Bergamo è una bolgia, il colpo d’occhio è certamente quello delle grandi occasioni ma la prima emozione della serata è targata Vicenza: Baclet dopo nemmeno un minuto libera il sinistro di collo pieno dal cuore dell’area di rigore costringendo Consigli al miracolo, sugli sviluppi del corner, è ancora il colored del Vicenza a staccare di testa costringendo l’estremo difensore atalantino alla seconda paratona della serata.
Il doppio pericolo scuote subito la formazione di Colantuono che al 4′, complice una dormita colossale della difesa vicentina, sblocca lo 0-0 grazie al primo gol ufficiale di Leonardo Pettinari: rimessa laterale di Bellini, la palla filtra grazie a Bonaventura senza che nessuno riesca rinviare premiando il taglio repentino del toscano, Frison è sorpreso e il Comunale esplode.
Baclet al 5′ e Basha al 7′ certificano l’incredibile avvio di partita, gli angoli da sinistra quando sono calciati dal piede di Pettinari diventano mine vaganti e all’8′ è Ardemagni a costringere Frison al miracolo con una zuccata poderosa; i minuti passano, l’Atalanta domina e all’11’ è Tiribocchi, ben imbeccato da Padoin, a scaldare i guantoni dell’estremo biancorosso.
L’incedere dei padroni di casa non si placa e al 15′ i nerazzurri si meritano la più grande delle occasioni grazie alla premiata ditta Tiribocchi-Ardemagni: assist del romano, “Matteo occhi di ghiaccio” costringe Zanchi al fallo da rigore che lo stesso puntero ex-Cittadella spara però sul guantone aperto di Frison.
In difesa la Dea non ha ancora i meccanismi ben registrati, al 24′ Consigli deve allungarsi vicino all’incrocio dei pali per sventare un colpo di testa dell’eterno Abbruscato ma la sensazione è che il numero dei pericoli sia abbastanza elevato per la caratura dell’avversario.
Il ritmo nella fase centrale del primo tempo cala un po’, i bergamaschi sono comunque in costante controllo della gara e al 29′ è l’ottimo Basha a rifinire per Tiribocchi, esterno destro in corsa ed ennesimo intervento prodigioso del giovane portiere vicentino. L’attaccante di Colleferro scaglia con rabbia il pallone in curva, l’occasione per cancellare definitivamente lo zero dalla casella gol realizzati capita al 32′ grazie al secondo penalty concesso da Baracani (fallo di Giani su Bellini) e il “Tir” non perdona: destro all’angolino, stadio che esplode e primi tre punti già in ghiacciaia.
Dopo un finale di tempo abbastanza tranquillo, anche le prime schermaglie della ripresa non regalano grosse emozioni anche se è sempre la squadra di Colantuono a farsi preferire: 50′ minuto, angolo di Bonaventura e destro secco del nuovo arrivato Ardemagni con la palla che scivola sul fondo.
Le emozioni della serata continuano a fiammate, al 57′ un bel contropiede orchestrato da Bonaventura mette Pettinari davanti alla porta sguarnita ma il 3-0 resta solo nel boato dello stadio visto che l’ultimo passaggio di Ardemagni arriva con il folletto pratese in fuorigioco; dopo un paio di cambi di Maran, Abbruscato ricorda a tutti di essere un giocatore dal buon passato e al 65′ disegna sul terreno di gioco un triplo dribbling chiuso da un sinistro alle stelle.
Il miracolo di Consigli su Abbruscato (71′) precede di qualche secondo l’ingresso in campo di Cristiano Doni al posto di simone Tiribocchi: il tripudio, la festa e il coro dei 20.000 del Comunale sono facilmente immaginabili. Nel finale di gara sono l’ennesima parata di Consigli, su Oliveira al 78′, e l’esordio di uno che l’Atalanta ha sempre dimostrato di volerla vivere da protagonista come Cristian Raimondi: Atalanta batte Vicenza 2-0, il primo successo è già passato agli archivi.
Atalanta-Vicenza 2-0
Reti:4′ Pettinari(A), 32′ Rig. Tiribocchi(A)
Atalanta(4-4-2): Consigli, Bellini (83′ Raimondi), Capelli, Manfredini, Peluso, Bonaventura (75′ Radovanovic), Basha, Padoin, Pettinari, Tiribocchi (71′ Doni), Ardemagni. All. Colantuono
Vicenza(4-4-2): Frison, Martinelli, Zanchi,Tonucci, Giani, Soligo, Botta, Di Matteo (61′ Oliveira), Baclet (65′ Alemao), Gavazzi (70′ Tulli), Abbruscato. All. Maran
Ammoniti: Tonucci (V), Zanchi(V), Bellini(A), Giani(V), Gavazzi(A), Consigli(A), Peluso(A)
Note: serata calda, terreno in buone condizioni. spettatori 20.000 circa (15.087 abbonati, 5091 paganti per un incasso di 44386 euro)

Fabio Gennari

Atalanta, la Campagna Abbonamenti continua. Per tutti i settori (foto)

Ressa agli abbonamenti (foto Mariani) ORIO AL SERIO – Incredibile. Inimmaginabile. Stratosferico. Il soggetto è soltanto uno: il risultato, parziale, ...

Consigli semplicemente mostruoso, bene Pettinari e Basha

Andrea Consigli (foto Mariani) BERGAMO -- Tutti si aspettavano la vittoria, arriva un 2-0 e chi non ha visto ...