iscrizionenewslettergif
Psicologia

Con la fortuna, più facile credere in se stessi

Di Redazione3 agosto 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una coccinella, noto portafortuna

Una coccinella, noto portafortuna

Che si creda nella fortuna o nella superstizione, uno studio condotto da Barbara Stoberock e Thomas Mussweiler, due ricercatori dell’ Università di Colonia,dimostra che l’utilizzo di piccoli riti, amuleti e portafortuna migliora le performance in gare, e quindi la fiducia in se stessi.

Basti pensare a Michael Jordan che sotto la divisa dei Chicago Bulls indossava sempre i calzoncini dell’ università, o alla maglietta rossa di Tiger Woods. “La fiducia delle persone aumenta se credono di avere con sé oggetti portafortuna”- spiegano gli studiosi su “Psychological Science”.

Ai volontari dello studio tedesco era stato chiesto di presentarsi con il loro amuleto: animali imbalsamati, fedi nuziali e pietre con presunti poteri magici, oppure di incorciare le dita. Ebbene: il gesto aiutava a sentirsi più sicuri, migliorando l’ esecuzione dei compiti e la fiducia in sé.

Le lacrime di un uomo accendono la passione

Lacrime maschili Le lacrime dell'uomo accendono il desiderio e la passione femminile. Altro che poco macho e ...

Non avere amici, pericoloso quanto bere o fumare

Amicizia Chi non ha amici mette a rischio la propria salute al parti di chi fuma ...