iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bergamo

Scontrini falsi per 600mila euro: due commercianti nei guai

Di Redazione27 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza

BERGAMO — Falsi scontrini fiscali per un ammanco per l’erario di 600 mila euro. E’ questo il raggiro, messo in atto da due commercianti cinesi, scoperto dai militari della guardia di finanza di Bergamo.

I clienti, dopo aver comprato capi di abbigliamento oppure oggetti per la casa, uscivano dal negozio convinti di aver ricevuto lo scontrino fiscale. In realtà, i due “furbacchioni”, proprietari di negozi nei comuni di Rogno e Seriate, avevano architettato un sistema che ha permesso loro di incassare senza pagare tasse.

Al momento del pagamento della merce da parte dei clienti, la cassiera del negozio batteva un tasto sul registratore di cassa in modo da stampare uno scontrino identico a quello regolare ma con la dicitura ”non fiscale”. E così hanno truffato 600mila euro al fisco.

Ubriaco come una campana dopo la discoteca: 14enne finisce in coma etilico

La volante della Polizia BERGAMO -- Bevi, bevi e bevi ancora ed è finito in coma etilico. E' accaduto ...

Dopo il successo, torna a settembre la movida del giovedì

La movida del giovedì sera BERGAMO -- Si chiude con un bilancio nettamente positivo la fase estiva di “Vivi Bergamo ...