iscrizionenewslettergif
Psicologia

Il sogno delle donne resta il fiocco azzurro

Di Redazione27 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Fiocco azzurro

Fiocco azzurro

Che cosa sognano le donne italiane? Un figlio maschio. Pare davvero che il vecchio proverbio “Auguri e figli maschi” non sia mai tramontato in un Paese in cui il sesso del nascituro ha ancora un’ importanza sociale.

Un sogno, un desiderio privato che affonda le sue radici nella psicologia. Secondo lo psichiatra Massimo Di Giannantonio, docente all’università Gabriele d’Annunzio di Chieti, c’è un retaggio culturale non trascurabile “di cui paghiamo ancora il prezzo. Ed è quello di una cultura contadina in cui il ruolo della donna era comunque subalterno, e quello del maschio era privilegiato. Non solo. L’arrivo di un maschio in casa era garanzia di benessere economico, di aiuto sul lavoro. Mentre la femmina rappresentava un impegno, anche patrimoniale, per la necessità della dote“.

Quanto a Edipo e dintorni, “La bambina rappresenta la competizione per il possesso dell’affetto paterno“- spiega Di Giannantonio- quindi nell’inconscio profondo femminile mettere al mondo un figlio maschio garantirà per sempre una relazione privilegiata con un individuo dell’altro sesso”.

E così la madre potrà “avere per sempre una persona che ha tutte le caratteristiche del sesso opposto, ma al tempo stesso nessun tipo di rischio legato alla relazione tra adulti. Sarà possibile un rapporto in cui sono presenti dipendenza, possessività, esclusività, assoluta certezza di non essere mai sostituite”.

Tradimento, d’estate è donna e ha 50 anni

Cinquantenne D'estate il tradimento è donna ed ha 50 anni. Parola di psicologi. "L’ormone principalmente imputato ...

Chi è depresso non vede più i colori

depressione Chi è depresso vede tutto nero. E non è un modo di dire. sostenerlo una ...