iscrizionenewslettergif
Politica

Alta tensione nel Pdl, Fini contro Verdini: chi è indagato si dimetta

Di Redazione27 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente della Camera Gianfranco Fini

Il presidente della Camera Gianfranco Fini

ROMA — E’ ancora tensione altissima nel Pdl fra gli esponenti dell’ex Forza Italia e Gianfranco Fini. ”La difesa della legalità – ha detto il presidente della Camera – deve essere una bandiera dell’azione politica del Pdl. In questo senso occorre distinguere la giusta tutela del garantismo, perche’ si e’ innocenti fino al terzo grado, dall’opportunità, in certi casi, di continuare a mantenere incarichi politici quando si è indagati”.

Le dichiarazioni di Fino sono arrivate durante un collegamento telefonico con la convention campana dei circoli di Generazione Italia.
Parlando dell’inopportunità di mantenere incarichi quando si è indagati, Gianfranco Fini ha detto di ”non aver compreso” la scelta di Nicola Cosentino, dimessosi da sottosegretario ma non da coordinatore campano del Pdl.

E’ Italo Bocchino a chiarire ai cronisti, nella sala dove si svolge la convention regionale di Generazione Italia, un passaggio delle dichiarazioni del presidente della Camera giunto poco chiaro alla platea a causa di disturbi nel collegamento telefonico. Dopo questo passaggio disturbato, Fini ha chiosato: ”Evidentemente sulla legalita’ ci sono delle interferenze…”.

Secca la replica del coordinatore Denis Verdini, chiamato in causa dalla magistratura per la vicenda P3: ”Bisogna vedere le motivazioni della richiesta di Fini. E’ una richiesta largamente impropria e penso di non avere nessun motivo per dimettermi” ”Fini conosce il procedimento giudiziario? – ha aggiunto Verdini – al momento io sono solo indagato, ci sono tre gradi di giudizio, bisogna ascoltare anche la difesa. Cio’ vale per Fini e per quelli come lui”.

Danni maltempo: la Lega chiede l’emergenza, la Regione nicchia

I danni del maltempo MILANO -- La Lega scrive una lettera al presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, per chiedere ...

Saffioti e Pagnoncelli imbattibili. A briscola

Carlo Saffioti e Marco Pagnoncelli GHISALBA -- La partita, nel vero senso della parola, stavolta l'hanno giocata a carte. E ...