iscrizionenewslettergif
Sport

Camminata Nerazzurra, consegnati oltre 40mila euro al Gleno

Di Redazione23 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La consegna dell'assegno

La consegna dell'assegno

BERGAMO — Giovedì 22 luglio alle ore 17 è stato consegnato, presso il porticato attiguo all’ingresso della Casa di Riposo di via Gleno, l’assegno con le donazioni raccolte lo scorso 1 e 2 giugno in occasione della 4ª edizione della Camminata Nerazzurra.

A consegnare ufficialmente il frutto dell’impegno e della generosità dei bergamaschi e degli appassionati sostenitori atalantini è stato Marino Lazzarini, Presidente del Club Amici dell’Atalanta.

Presenti alla cerimonia anche gli esponenti di enti promotori e sponsor dell’iniziativa, tra cui: Manuela Belotti, responsabile Ufficio Erogazioni Liberali del Credito Bergamasco, Marcello Moro, Assessore al Personale, Servizi Anagrafici e Cimiteriali, Innovazione tecnologica del Comune di Bergamo e Presidente del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, Roberto Spagnolo, direttore generale dell’Atalanta B.C. e Danilo Minuti, Assessore all’Istruzione, Politiche giovanili, Sport e Tempo libero del Comune di Bergamo.

A far gli onori di casa Fabrizio Lazzarini, direttore generale della Fondazione casa di riposo S. Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno.

A ricevere l’assegno dell’importo di 41.240 euro è stato Miro Radici, Presidente della Fondazione casa di riposo S. Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno. La cifra totale raccolta quest’anno rappresenta un record per la manifestazione.

Oltre al ricavato derivante dalla vendita delle magliette ufficiali della 4ª Camminata Nerazzurra, che ammonta a 36.240 euro, si sono infatti aggiunti altri 5.000 euro, devoluti dagli ex nerazzurri Sergio Floccari e Nando Coppola. Di questo nuovo record, stabilito grazie al prezioso contributo dei due ex nerazzurri e di tutti bergamaschi, gli organizzatori sono estremamente entusiasti ed orgogliosi.

“Il progetto di costruzione del nuovo Gleno è ambizioso – ha dichiarato Miro Radici – ma noi intendiamo portarlo avanti con tutte le nostre forze. Ciò che ci dà la spinta per farlo sono soprattutto gli amici che ci sostengono e ci aiutano da tanti anni. Per questo voglio ringraziarli, perché senza di loro il rimodernamento e l’ampliamento della struttura non sarebbe possibile”.

La somma raccolta quest’anno verrà impiegata per ultimare il progetto di costruzione del nuovo centro diurno integrato per anziani, che si troverà sempre all’interno della Casa di Riposo di via Gleno. La struttura già esistente sarà sostituita da un edificio più grande e funzionale, accogliente e circondato dal verde. Il nuovo centro diurno integrato accoglierà così gli anziani bisognosi di aiuto e compagnia, ottimizzando al meglio lo sfruttamento degli spazi disponibili.

Una parte del ricavato, infine, sarà destinato al progetto Sensory Room. Una vera e propria camera sensoriale, che sarà dotata di tutte le apparecchiature atte a curare i malati di Alzheimer. Grazie a tecniche innovative quali la stimolazione dei sensi, terapie musicali, massaggi rilassanti e altri trattamenti non farmacologici, i pazienti che soffrono di questa patologia potranno trarre notevoli benefici dal punto di vista psicofisico, alleviando ed attenuando i sintomi della malattia.

Il mohicano Tiribocchi è felice: tanti gol per l’Atalanta (video)

Simone Tiribocchi ROVETTA – Guardatelo bene. Questo romano di Colleferro con la fronte perlata e i capelli ...

Atalanta, il 36% degli abbonati è un “Amico”

La passione del popolo nerazzurro BERGAMO – Le scelte fatte dall’Atalanta in tema di campagna abbonamenti stanno dando i frutti ...