iscrizionenewslettergif
Bergamo

Al Festival del cinema d’arte arriva Vittorio Sgarbi

Di Redazione21 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi

BERGAMO — Per il terzo anno consecutivo sarà Vittorio Sgarbi a presiedere la giuria del Festival internazionale del cinema d’arte in corso a Bergamo. Il critico d’arte più famoso d’Italia salirà sul palco come ospite speciale per un’intervista dedicata al mondo dell’arte e della cultura con valutazioni personali arricchite da una profonda conoscenza della situazione italiana.

Sgarbi è stato nominato da poco sovrintendente al polo museale di Venezia dal Ministro alla Cultura Bondi. Sindaco di Salemi in Sicilia, già assessore alla cultura di Milano e personaggio della televisione, Sgarbi come al solito saprà catalizzare l’attenzione del pubblico con pensieri di lungimirante attualità e con la solita intelligente polemica.

Il Festival Internazionale del Cinema d’Arte è cominciato lunedì con le proiezione dei film in concorso nelle due sezioni separate: “Cinema d’Arte” e “Sottoventi”. Nella serata sono stati proiettati otto film dei 36 selezionati dalla giuria che saranno proiettati nel corso delle serate di martedì, mercoledì e giovedì.

Si è partiti con “Amona Putz!”, del regista spagnolo Telmo Esnal, una storia surreale sul rapporto genitori-figli-nonni: i genitori con tre figli piccoli vanno in campeggio e inventano, per tenerli a bada durante il giorno, una nonna gonfiabile che aprono e chiudono all’occorrenza, i problemi cominciano quando la “nonna gonfiabile” viene accidentalmente bucata. Il secondo film proiettato è stato un film d’animazione tedesco “Mobile”, della regista Verena Fels, un film che racconta la storia di una mucca che, stanca di vivere ai bordi della società, decide di prendere il controllo del suo destino. A seguire il film in coproduzione Italia-Francia, “Luigi Indelicato” di Bruno e Fabrizio Urso, Luigi è un giovane falegname che dopo aver ricevuto pressanti minaccce capisce che sarà costretto a procurarsi dei soldi per far fronte alle pressanti richieste della malavita organizzata, ma Luigi fatica a prendere una decisione e vive in sospeso nella speranza di una risoluzione inattesa. È seguito il corto “Martes por la manana”, un altro film proveniente dalla Spagna, del regista Cheli Sanchez, un commedia degli equivoci che tratta le tematica del lavoro. È stata poi la volta di “Non è poi così terribile”, un cortometraggio di Beniamino Sulfaro, che sviscera le tematiche relative alla vita e alla complessità dell’esistenza attraverso l’occhio e le riflessioni di un anziano signore sul punto di morte: il risultato è una lezione sull’importanza di provare a godere di ogni singolo momento della vita.

“L’homme qui dort”, è il titolo del sesto film proiettato, della regista francese Inès Sedan: il film narra di una donna, Sofia, che ama moltissimo il marito che però dorme sempre, ad un certo punto lei sarà costretta a riconoscere che probabilmente lui non si sveglierà più e non riceverà mai le attenzioni di cui necessita.

Ultimo film della categoria “Sottoventi” proiettato stasera è “Il lavoro”, ancora il tema del lavoro torna ad essere rievocato: Silvano ha trent’anni e attende di sapere l’esito del duro colloquio di lavoro che ha da poco sostenuto, la sua ansia si scontra con la famiglia già in festa. Ma quando la fatidica telefonata arriva, il suo verdetto sarà quanto mai singolare.

Infine è stato proiettato il primo film della categoria “Cinema d’Arte” di Simone Scafidi, “Appunti per la distruzione”, un docu-fiction doppiamente interessante: attraverso interviste a personaggi del mondo della cultura che l’hanno conosciuto personalmente, vengono ricostruite la vita e l’opera dello “scrittore maledetto” Dante Virgili, lo scrittore italiano nazista, sconosciuto alla maggior parte del pubblico, del quale non esiste nemmeno una fotografia. Non si tratta di un documentario tradizionale, in quanto le interviste sono inframmezzate da alcune sequenze di fiction ispirate all’immaginario di Virgili, nelle quali vengono mostrate le folli, violente e perverse azioni quotidiane di un uomo nazista.

La proiezioni dei film pervenuti per i concorsi “Cinema d’Arte e Sottoventi” proseguiranno fino alla serata di giovedì.

Scarica il programma della manifestazione

Venerdì sera rifacimento del manto di piazza Matteotti

Palazzo Frizzoni CENTRO CITTA' -- "A partire dalle ore 21,00 di venerdì 23 luglio 2010 alle ore ...

E al Museo Caffi si pasteggia con gli insetti

Un dessert di insetti CITTA' ALTA -- "Insetti che bontà". Già il titolo della manifestazione, che è andata in ...