iscrizionenewslettergif
Poesie

“La rosa” di Jorge Luis Borges

Di Redazione16 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La rosa,
l’immarcescebile rosa che non canto,
quella che è peso e fragranza,
quella del buio giardino a notte alta,
quella d’ogni giardino e d’ogni sera,
la rosa che per arte d’alchimia
nasce di nuovo dalla tenue cenere,
la rosa dei persiani e dell’Ariosto,
quella ch’è sempre sola,
quella che è sempre la rosa delle rose,
il giovane fiore platonico,
l’ardente e cieca rosa che non canto,
la rosa irraggiungibile.

“Devi amarmi cosí” di Sara Teasdale

love-series-1Tu devi amarmi con tutto il tuo cuore o non darmi nemmeno un po’ d’amore. Misera cosa ...

“In sospeso” di C.W. Aigner

tampuhan-Juan-Luna-1895Non piú autunno e non ancora inverno Non ancora sera non piú giorno È cosí tranquillo in ...