iscrizionenewslettergif
Bassa

Cromo esavalente nella falda: Raimondi convoca un vertice in Regione

Di Redazione14 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cromo esavalente, interviene la Regione

Cromo esavalente, interviene la Regione

TREVIGLIO — Si terrà il prossimo 21 luglio il vertice tra Regione Lombardia e l’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale di Bergamo per discutere e avviare interventi – tra cui l’allacciamento alla rete idrica di alcune case, che oggi si approvvigionano a pozzi privati – a favore dei Comuni bergamaschi in cui è stata riscontrata la presenza di cromo esavalente. Lo ha annunciato oggi l’assessore all’Ambiente della Regione Lombardia, Marcello Raimondi, che ha risposto in Commissione ad una interrogazione sull’argomento.

Queste ulteriori opere, ha spiegato l’assessore, si affiancano agli interventi di monitoraggio e di bonifica.

”Per la bonifica e per l’attivazione degli interventi necessari ad individuare la fonte dell’inquinamento – ha confermato Raimondi – sono stati stanziati 5 milioni, spalmati su tre anni. Ma gia’ entro la fine dell’estate, grazie al primo anticipo di 600 mila euro, partiranno i lavori di depurazione”.

Cinque i comuni del bergamasco con la falda acquifera minacciata dal cromo esavalente: Arcene, Ciserano, Verdellino, Castelrozzone e Treviglio. ”La Regione – ha proseguito Raimondi – sta mettendo in campo un impegno straordinario per affrontare e risolvere questa problematica”.

Profanata tomba di un capo rom: rubati gioielli dalla bara

Il camposanto OSIO SOTTO -- E' stata profanata da ignoti ieri notte la tomba di un capo ...

Scontro frontale fra moto: muore un ragazzo di 16 anni

La corsa dell'ambulanza PONTIROLO NUOVO -- Tragedia della strada ieri sera, intorno alle 22.30 a Pontirolo Nuovo. Un ...