iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, le prime parole di Ardemagni: “Sono un guerriero”

Di Redazione8 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Ardemagni

Matteo Ardemagni

ZINGONIA — Matteo Ardemagni, attaccante milanese di 23 anni, è ufficialmente un giocatore dell’Atalanta. Il nuovo bomber arriva a titolo definitivo dal Cittadella per una cifra di circa 3,5 milioni di euro più il prestito dei giovani Gabbiadini e Gasparetto, nella sede della società nerazzurra ha firmato questa mattina alle 10 un conratto quadriennale da 400.000 euro più alcuni premi legati al rendimento.

Dopo il summit di martedì a Bergamo tra il direttore sportivo atalantino Zamagna e l’omologo del Cittadella, nella giornata di ieri sembravano essere sorte alcune complicazioni sulle contropartite ma in serata si è risolto tutto e questa mattina, come anticipato da Bergamosera nei giorni scorsi, c’è stato l’incontro definitivo con l’agente e Ardemagni stesso.

Abbiamo contattato in esclusiva il nuovo acquisto dell’Atalanta per sentire le sue prime impressioni e tutta la felicità del granatiere cresciuto nelle giovanili del Milan è subito venuta fuori.

Matteo Ardemagni, finalmente è arrivata la firma con l’Atalanta..
Sono davvero molto contento, felicissimo di aver sottoscritto un contratto lungo e importante con una società di grandi tradizioni quale è l’Atalanta. Questa mattina alle 10 ho raggiunto Zingonia con il mio procuratore, il presidente Percassi e il direttore generale Spagnolo mi hanno parlato e ancora una volta ho potuto capire quanto l’Atalanta crede nelle mie potenzialità.

Avevi la possibilità di giocare in serie A eppure hai scelto Bergamo: come mai questa decisione?
Ero davanti ad una scelta complicata: passare subito nella massima serie, magari guadagnando di più ma con il rischio concreto di giocare pochissimo oppure accettare l’Atalanta per essere protagonista? Non ho avuto mai dubbi, un altro anno di serie cadetta per me non è un problema e poi le ambizioni della società sono molto importanti: si vuole vincere il campionato e sono felicissimo di poter partecipare a questa avventura.

Arrivi da una grande stagione con il Cittadella, puoi spiegare a chi non ti conosce quali sono le tue caratteristiche?
Sono un attaccante centrale che non molla mai, un guerriero. Mi piace far gol ma il mio compito principale è per la squadra: movimenti, contrasti e tanto lavoro sporco al servizio dei compagni. Fisicamente me la cavo, mi piace sfruttare la mie caratteristiche per cercare la porta avversaria e spero di riuscire a ripetermi a Bergamo.

Conosci già qualcuno dei tuoi nuovi compagni?
Andrea Consigli l’ho incrociato spesso con la primavera del Milan e anche in qualche nazionale giovanile. Il resto dei compagni li conoscerò solo durante il ritiro così come mister Colantuono che per ora ho sentito solo una volta al telefono e che mi sembra molto grintoso.

Ardemagni sarà domani mattina al centro Don Orione per le visite mediche di rito, sabato verrà presentato alla stampa e oltre alla presentazione di squadra prevista per domenica mattina allo stadio, dovrebbe essere presente sul palco della Festa della Dea per conoscere i suoi nuovi tifosi sabato sera.

Fabio Gennari

Stromberg-Caniggia-Evair: ecco la nuova tessera dell’Atalanta (fotogallery)

Stromberg Caniggia ed Evair BERGAMO -- L'anno scorso furono i primi protagonisti della storia dell'Atalanta. In questa stagione, speriamo ...

Atalanta, primo giorno di test fisici (fotogallery)

Nuovo look per Marino Defendi BERGAMO -- Sono iniziate questa mattina le sessioni di test isocinetici e le visite mediche ...