iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Tv e videogames provocano disturbi dell’attenzione

Di Redazione7 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bimbi e videogames

Bimbi e videogames

Ore e ore incollati alla televisione e ai videogiochi. E le probabilità di soffrire di disturbi dell’ attenzione a scuola aumenta in modo considerevole. Lo rivela uno studio condotto presso il Media Research Lab di Ames negli Stati Uniti e pubblicato sulla rivista “Pediatrics”.

Gli esperti americano hanno monitorato 1300 bambini in età scolare e per un anno, con l’ aiuto dei genitori, ne hanno controllato il tempo trascorso davanti a tv e videogiochi. Durante lo studio hanno sottoposto questionari all’ attenzione degli insegnanti per valutare come, in base al tempo trascorso dai bambini davanti a tv e videogiochi, variava il livello di attenzione durante le lezioni.

Ebbene, chi passava più di due ore al giorno tra tv e vidoegiochi rivela il 67 per cento in più di probabilità di avere problemi di attenzione. Tuttavia, in nessuno dei bambini compresi in questo studio è stata fatta diagnosi di sindrome da deficit dell’ attenzione ADHD, un disturbo che affligge dal 3 al 7 per cento dei bambini in età scolare.

I ragazzi si mostrano sul web, ma i genitori non controllano

Sempre più giovani sui social network I ragazzi italiani sono sempre più desiderosi di sfruttare le opportunità relazionali offerte dal Web, ...

Una donna su tre fatica a concepire entro sei mesi

Alla ricerca di un figlio Una donna su tre, dopo i 30 anni, fatica a concepire entro sei mesi. Sono ...