iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, presentata la campagna abbonamenti: prezzi da favola

Di Redazione7 luglio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il logo della campagna abbonamenti nerazzurra

Il logo della campagna abbonamenti nerazzurra

BERGAMO – Antonio Percassi l’aveva già annunciato nei giorni scorsi. “Faremo dei prezzi aggressivi, per dare modo a tutti di venire allo stadio a sostenere l’Atalanta”. Bene, dopo la presentazione della campagna abbonamenti 2010-2011 è arrivata pure la conferma: le proposte della società ai tifosi sono incredibili.

La politica è chiarissima, l’unico obiettivo della squadra orobica è la promozione in serie A come campeggia sul logo scelto dagli uomini di Zingonia e per farlo serve l’aiuto di tutti.

I dettagli emersi durante la presentazione non lasciano troppi dubbi: abbonarsi portando anche amici e parenti che non hanno sottoscritto la tessera nella passata stagione, costerà veramente pochissimo.

Sono previste due fasi per la sottoscrizione, la prima inizierà domenica 11 luglio e si protrarrà fino al 31 luglio. Durante questo periodo promozionale, gli interessati avranno uno sconto del 25% sul prezzo già competitivo della tessera mentre per l’abbonamento “Amico” la promozione riserva addirittura un taglio del 50% fino al 21 agosto prossimo.

Dal 31 luglio al 21 agosto si pagherà il prezzo pieno ma come potete vedere dai prezzi comunicati, sarà possibile accedere allo stadio con una quota partita che va dai 52,38 euro delle poltroncine ai 5,24 euro delle Curve. Sono previste tre fasce di prezzo nei due periodo descritti: Intero, Ridotto per donne, over 65 e disabili oltre il 75% e Super Junior, categoria che a differenza delle passate stagioni comprende tutti i ragazzi da 0 a 17 anni.

Come spiegato dal ticket manager Omar Valenti, queste scelte vogliono agevolare al massimo i gruppi di persone che vogliono abbonarsi subito: una famiglia di quattro persone che si abbona in Curva Nord entro il 31 luglio potrà prendere un abbonamento intero, un ridotto e due “super junior” per una spesa totale di 119 euro.

Ma quando e dove ci si abbona? Vista l’obbligatorietà della Tessera del Tifoso, si chiamerà “Dea Card” e tutti i dettagli potete trovarli in un altro articolo, sarà necessario presentarsi nella sala hospitality dello stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 e il sabato con lo stesso orario salvo amichevoli o diversa disponibilità della struttura.

Non sono possibili deleghe, è necessaria la presenza dell’abbonato per via delle firme che sono richieste e nonostante la società si sia attrezzata con 8 postazioni per gli abbonamenti è prevedibile qualche disagio. L’Atalanta ha voluto precisare che questa scelta è obbligata dal fatto che tessera del tifoso e abbonamenti sono tecnicamente gestiti da Lottomatica e non era possibile distribuire sul territorio le varie fasi della sottoscrizione: il Parma, ad esempio, ha organizzato il tutto nello stesso modo.

Dopo le domande dei giornalisti, Antonio Percassi ha voluto chiudere con queste parole.”Questa storia della Tessera Del Tifoso ha indubbiamente complicato le cose, siamo qui da 20 giorni e ci siamo trovati con questo obbligo cui adempiere. A parte questo, voglio ribadire che mai si sono visti prezzi di questo livello per vedere una partita di calcio, abbiamo preparato proposte strepitose e adesso invito tutti quanti allo stadio per trascinare la squadra nell’unico obiettivo che si chiama serie A. Stiamo facendo sforzi davvero importanti, speriamo entro sabato di completare l’organigramma ma chiediamo a tutti in questa particolare stagione di venire allo stadio”.

Ecco il pannello con tutti i prezzi degli abbonamenti.

I prezzi degli abbonamenti

I prezzi degli abbonamenti

Fabio Gennari

Atalanta, arrivano Ardemagni e Pettinari. Valdes allo Sporting Lisbona

Leonardo Pettinari BERGAMO – Dentro Ardemagni e Pettinari, fuori Jaime Valdes. Dopo il silenzio totale della giornata ...

Ecco “Dea Card”, la Tessera del Tifoso dell’Atalanta

La Curva Nord BERGAMO – Poche certezze, tanta confusione ed un sistema di controllo che non è nemmeno ...