iscrizionenewslettergif
Valbrembana

Ancora grave il ciclista colpito alla testa dalla scarica di sassi

Di Redazione30 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il luogo dell'incidente

Il luogo dell'incidente (foto courtesy www.valbrembanaweb.com)

updated SAN GIOVANNI BIANCO — Nonostante l’intervento al volto, restano gravi le condizioni del 47enne di Piazza Brembana che l’altro ieri è stato colpito da una scarica di sassi precipitati sulla strada provinciale 470 che da San Giovanni Bianco sale verso la valle. L’uomo resta in prognosi riservata.

Nel posto sbagliato al momento sbagliato. La disgrazia è avvenuta l’altra mattina verso le 11 in località Tre Croci di San Giovanni Bianco. L’uomo – N. M., 47 anni, di Piazza Brembana – stava passando nella zona del vecchio ponte ferroviario ricostruito, lungo la ciclovia della valle, quando dalla fitta boscaglia appesa al versante della montagna si sono staccati 5 sassi del peso di 2-3 chili ciascuno. Uno di questi ha centrato il guardrail e di rimbalzo ha colpito il poveretto alla testa frantumandogli il caschetto.

Un botta fortissima, che ha fatto cadere il ciclista dalla bicicletta. L’uomo è stato subito soccorso dai compagni che si trovavano una decina di metri più avanti. Ha riportato un forte trauma cranico, ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. Provvidenziale la presenza del caschetto.

Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato il malcapitato ai Riuniti di Bergamo. I rilievi del caso sono stati affidati ai carabinieri della stazione di San Giovanni Bianco. L’area da cui si sono staccati i massi è stata posta sotto sequestro. La Provincia, intanto, ha messo in sicurezza la strada, posizionando una rete di protezione.

San Giovanni Bianco, esplosione in una farmacia: quattro ustionati

L'ambulanza in azione SAN GIOVANNI BIANCO -- Ci sarebbe una scintilla di origine ignota dentro una stanza satura ...

Sequestra un bimbo per gettarlo nel fiume: folle arrestato a Zogno

Il fiume Brembo a Zogno ZOGNO -- E' l'incubo di qualunque genitore: che il proprio figlio venga rapito, ucciso da ...