iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bergamo

Doping nelle palestre: 23 condanne a Bergamo

Di Redazione18 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — Si è concluso con 23 condanne il processo per il traffico di sostanze dopanti nelle palestre, inchiesta che vedeva indagati a Bergamo anche il ciclista azzurro Luca Paolini, l’ex professionista Eddy Mazzoleni e sua moglie Elisa Basso, sorella della maglia rosa Ivan.

Mazzoleni e la moglie sono tra i 14 imputati che hanno scelto di patteggiare: lui 4 mesi e 2.000 euro di multa (condanna convertita in sanzione pecuniaria di 6.560 euro), lei a un anno e 3.000 euro di multa, tutto condonato.

Nove imputati sono stati condannati con il rito abbreviato, quattro rinviati a giudizio il prossimo 23 settembre, e due (tra cui Paolini, perché i fatti riguardano Como) restituiti al pm.

Il Coni, costituitosi parte civile, aveva domandato 20 mila euro di risarcimento, il gup ha deciso che la richiesta verrà dibattuta in sede civile, ma per il momento ha riconosciuto che al Coni vengano riconosciute le spese legali.

Chiasso: imprenditore di Bergamo cerca di passare la frontiera con 97 milioni di dollari

La frontiera di Chiasso CHIASSO -- Ha cercato di passare la dogana di Ponte Chiasso con in tasca un ...

Porta Nuova: zuffa fra magrebini finisce a cocci di bottiglia

La corsa dell'ambulanza CENTRO CITTA' -- Momenti di tensione ieri pomeriggio a Porta Nuova. Una lite fra immigrati ...