iscrizionenewslettergif
Sport

Guarente vuole il Siviglia, l’Atalanta punta a monetizzare: oggi la firma

Di Redazione17 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Tiberio Guarente

Tiberio Guarente

BERGAMO – Dipende dall’Atalanta, soltanto dall’Atalanta. Il passaggio di Tiberio Guarente al Siviglia è solo una questione di soldi e i vertici nerazzurri stanno facendo il massimo per spuntarne il più possibile agli spagnoli.

Quella di ieri è stata una giornata molto intensa per il direttore sportivo Zamagna e i più stretti collaboratori di Antonio Percassi. Le indiscrezioni arrivate dalla Spagna durante la mattinata avevano confermato l’interesse del club andaluso per il centrale toscano, soprattutto dopo che la pista Valero (West Bromwich) è stata ritenuta troppo onerosa.

Ormai chiare a tutti sia la volontà dell’Atalanta di cederlo che quella del giocatore di cambiare aria, il procuratore Giovanni Bia non aspettava altro che l’arrivo in Italia degli emissari spagnoli per affrontare il discorso con i vertici nerazzurri.

Giunti a Zingonia nel primo pomeriggio di mercoledì, gli uomini del presidente del Siviglia Josè Maria del Nido hanno iniziato le trattative con la società nerazzurra presentando un’offerta di 4,5 milioni di euro. L’Atalanta vuole almeno un milione in più per dare il via libera e nonostante un pomeriggio ininterrotto di lavoro (proseguito anche a cena nella solita Taverna cittadina) la tanto attesa fumata bianca non è ancora arrivata.

Attorno alle 23 le parti si sono aggiornate a questa mattina ma ormai dovrebbe succedere l’imponderabile per far saltare tutto il discorso. Guarente, in vacanza in Messico, è stato raggiunto telefonicamente dal giornale Andaluso ABC dichiarando apertamente le sue intenzioni. “Da quando ho saputo che c’era l’opportunità di andare al Siviglia –ha detto Guarente- sono pieno d’entusiasmo. E’ uno dei club più importanti di Spagna e anche d’Europa, la città me l’hanno descritta come molto bella quindi spero che vada tutto per il meglio”.

Tra il giocatore e la società spagnola è già tutto definito, adesso l’ultima parola spetta all’Atalanta che è conscia di dover perdere il giocatore ma vuole monetizzare il più possibile entro il 30 giugno: i soldi incassati da Guarente permetterebbero di chiudere in positivo il bilancio che ora è in rosso di circa 3 milioni.

Per tutto il pomeriggio è stato impossibile raggiungere al telefono i vertici nerazzurri, attorno alle 19 l’amministratore delegato Luca Percassi ha dichiarato che i discorsi sarebbero proseguiti questa mattina ma è stat Gabriele Zamagna, direttore sportivo atalantino, ha spiegare sempre ai media spagnoli la situazione. “Stiamo trattando, penso che non ci sarà alcun problema per il passaggio di Guarente al Siviglia. Gli spagnoli lo vogliono, noi puntiamo a venderlo: se tutti fanno la loro parte il trasferimento è fatto”. Chiaro. Inequivocabile.

Il mercato insegna che fino a quando non arriva la firma è giusto essere prudenti, a questo punto però non c’è altra strada per il futuro del centrocampista pisano che lascerà Bergamo per una cifra vicina ai 5 milioni di euro.

Fabio Gennari


Atalanta, riscatto per Ceravolo. Resta Consigli?

Fabio Ceravolo BERGAMO – Sta nascendo, giorno dopo giorno, l’Atalanta del futuro. Accanto alle questioni più spinose ...

Ufficiale: Tiberio Guarente è passato al Siviglia

Tiberio Guarente BERGAMO – Tiberio Guarente è ufficialmente un giocatore del Siviglia. Dopo le anticipazioni di Bergamosera.com, ...