iscrizionenewslettergif
Salute

Proteine della carne: a rischio l’intestino delle donne

Di Redazione8 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Consumo di carne

Consumo di carne

Un elevato consumo di proteine della carne può aumentare nelle donne il rischio di sviluppare malattie intestinali. Lo rivela un recentissimo studio del Centre Hospitalier Universitaire di Bicetre a Parigi e pubblicato sulla rivista American Journal of Gastroenterology.

Fra le malattie intestinali dello studio, il morbo di Chron e la colite ulcerosa, patologie spesso di tipo familiare. Obiettivo dello studio, capire il ruolo svolto dalle proteine nella loro genesi: ciò potrebbe essere molto utile soprattutto in caso di familiarità.

I ricercatori hanno studiato i dati relativi a 67000 donne, di età compresa fra i 40 e i 65 anni con follow up decennale. In questo lasso di tempo il 77 per cento delle donne ha sviluppato malattie intestinali di tipo infiammatorio. Il 90 per cento del campione iniziale consuma più dell’ RDA raccomandato di proteine; le donne con il consumo più alto di proteine corrono un rischio triplo rispetto alle altre di sviluppare malattie intestinali di tipo infiammatorio; il rischio è massimo se le proteine consumate derivano dalla carne e dal pesce mentre decresce se le proteine provengono da uova e latticini.

La digestione delle proteine della carne può determinare la costituzione di sottoprodotti tossici per il colon e il largo consumo di proteine della carne può alterare la normale flora batterica del colon.


Mal di testa: arriva la puntura virtuale

Mal di testa Novità per chi soffre di mal di testa. E' in arrivo la puntura virtuale. L' ...

Con le erbe, linea super in dieci settimane

Tè verde Via il grasso in dieci settimane. Senza rischi e in modo del tutto naturale. Chi ...