iscrizionenewslettergif
Sport

Giornata da brivido, ma alla fine l’Atalanta è di Antonio Percassi

Di Redazione3 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Percassi

Antonio Percassi

BERGAMO – L’attesa è finita. Un quarto d’ora dopo la mezzanotte del 4 giugno 2010, Antonio Percassi è diventato ufficialmente il nuovo proprietario dell’Atalanta Bergamasca Calcio.

Negli uffici del commercialista Mario Volpi in centro città, Alessandro Ruggeri e l’imprenditore seriano hanno siglato l’accordo per la cessione del pacchetto di maggioranza. Dopo una febbrile giornata di trattative, dunque, la società nerazzurra  ha chiuso la sua storia con i Ruggeri aprendo il Percassi bis.

La tanto sospirata firma sui contratti è arrivata dopo due giorni veramente incredibili. Fin dal pomeriggio di mercoledì, gli uomini di Percassi sono stati impegnati senza soluzione di continuità nella stesura del contratto di acquisizione. Isidoro Fratus, figura molto esperta in campo economico-finanziario, ha partecipato in prima persona alle operazioni e nonostante si pensasse ad una rapida conclusione delle operazioni, si sono palesati alcuni problemi.

L’operazione, circa 15 milioni di euro, prevedeva l’acquisto del 70% delle azioni in possesso dei Ruggeri. Dopo i primi ritardi, in molti pensavano ad una conclusione dell’affare già per l’ora di pranzo di giovedì, sono iniziate a circolare indiscrezioni relative ad alcuni problemi legati alla liquidazione dovuta all’ex direttore generale Cesare Giacobazzi. In realtà il vero motivo del contendere sono state alcune pendenze inizialmente non dichiarate che vedono coinvolta l’Atalanta.

A pomeriggio inoltrato e dopo ore di trattative, lo scoglio è stato superato ma subito dopo cena c’è stato un altro cavillo decisamente fastidioso. Non è dato sapere la natura di questo nuovo intoppo, la soluzione è comunque stata proposta dall’entourage di Percassi verso le 22 finendo subito sul tavolo di lavoro e contribuendo a sbloccare definitivamente la situazione.

Mentre nello studio di via Sabotino le squadre di commercialisti erano al lavoro, Percassi, Fratus e Spagnolo hanno gestito da fuori le loro attività così come i Ruggeri. L’automobile dell’ex presidente Alessandro è arrivata attorno alle 23.30, subito seguita da quella dell’imprenditore seriano. Un’ultima lettura del contratto e alle 00.15 la sottoscrizione da parte di tutti gli attori in gioco.

Ora che il contratto è firmato, i nuovi vertici societari si metteranno subito al lavoro. Sembra che alcuni contatti siano già ben avviati e in giornata dovrebbero emergere ulteriori novità. Alle ore 17, nella sede di Telgate della Rpolimeri spa, si terrà l’ultimo Cda con Alessandro Ruggeri Presidente: da quel momento in avanti, sarà ufficiale la seconda era Percassi.

La conferenza stampa di presentazione dei nuovi proprietari è prevista per sabato mattina, nella stessa occasione saranno ufficializzate le cariche di Isidoro Fratus, Luca Percassi e Roberto Spagnolo.

Fabio Gennari


Percassi-Fratus-Spagnolo: l’Atalanta avrà la triade

Isidoro Fratus BERGAMO – Parola d’ordine: lavoro. Tanto. Subito. Dopo l’intensa giornata di martedì che ha visto ...

Re? Papa? Percassi accende la fantasia dei tifosi

Antonio Percassi in vesti papali BERGAMO – Il papa? Oppure il re? E’ bastata la conferma di una trattativa ormai ...