iscrizionenewslettergif
Sport

Percassi-Fratus-Spagnolo: l’Atalanta avrà la triade

Di Redazione3 giugno 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Isidoro Fratus

Isidoro Fratus

BERGAMO – Parola d’ordine: lavoro. Tanto. Subito. Dopo l’intensa giornata di martedì che ha visto gli studi commercialisti all’opera per stipulare l’accordo informale di acquisto, Antonio Percassi ha iniziato subito a costruire la nuova Atalanta, in attesa del passaggio di consegne ufficiale.

Struttura organizzativa alla mano, le necessità di intervento sono parecchie visto che dal Consiglio di Amministrazione in giù le figure da riposizionare non mancano. Le prime conferme di come il patron seriano sia già molto attivo arrivano direttamente dalla Taverna Valtellinese, famoso ristorante del centro cittadino.

Martedì sera, alle 20.30 circa, si sono seduti a tavola coloro che quasi sicuramente formeranno la nuove “triade nerazzurra”: Antonio Percassi, Isidoro Fratus e Roberto Spagnolo. Le indiscrezioni già anticipate da Bergamosera.com hanno dunque trovato immediato riscontro e considerando le sole quattro settimane a disposizione per rifondare l’Atalanta, il segnale che arriva da via Tiraboschi è tremendamente importante.

Percassi affiderà a Fratus, uomo prezioso anche per i suoi agganci con le istituzioni bancarie, la carica di amministratore delegato mentre Spagnolo sarà molto probabilmente il direttore generale: dopo i mesi ai limiti della mera attività di “public relation”, arriva dunque un incarico importante che fino a ieri era ricoperto dal discusso Cesare Giacobazzi.

Sistemati i vertici amministrativi, anche il figlio di Percassi Luca verrà messo ai posti di comando, sarà la volta del Cda che potrebbe cambiare volto in maniera radicale. Dimissionario Bortolotti, esclusi i Ruggeri e probabilmente fuori anche l’attuale team manager Mirco Moioli, restano da valutare le altre posizioni e questo avverrà durante la seduta urgente convocata per venerdì 4 giugno. La sensazione è che il ribaltone sia dietro l’angolo: Luca e Antonio Percassi con il 70% delle azioni, assieme al commercialista di fiducia Volpi, avrebbero tutti i mezzi per ridisegnare il massimo organo decisionale societario.

Giuseppe Corti, esperto scopritore di talenti, sarà promosso a capo degli osservatori con Mino Favini sempre più responsabile del settore giovanile: il futuro è dei ragazzi, sforzi e organizzazione verranno sicuramente migliorati a favore di coloro che, da sempre, sono il fiore all’occhiello dell’Atalanta.

Visto che nel calcio sono i risultati del campo a determinare ogni fortuna, la scelta del direttore sportivo e del nuovo tecnico dovranno arrivare molto presto. Circolano pochi nomi su questo fronte, la triade comunque è stata segnalata al lavoro anche nel pomeriggio di mercoledì 2 giugno e certamente dei passi avanti sono stati fatti.

Bortolo Mutti, segnalato come uno dei possibili candidati, fino all’ora di pranzo non aveva ricevuto alcuna chiamata. Stessa situazione per Gigi Cagni, il cui telefono è squillato per una chiamata da Bergamo solo attorno alle 21.30 quando lo abbiamo chiamato per avere notizie: ulteriori sviluppi sono attesi a stretto giro di posta.

Fabio Gennari


Mountain bike: Galli terzo nella Cadrega del Diaul

Filippo Galli COMO -- Lo Junior Filippo Galli ha regalato al team TX Active-Bianchi un prestigioso terzo ...

Giornata da brivido, ma alla fine l’Atalanta è di Antonio Percassi

Antonio Percassi BERGAMO – L'attesa è finita. Un quarto d’ora dopo la mezzanotte del 4 giugno 2010, ...